Amazon: aperto nuovo hub per aiutare rifugiati ucraini

amazon

Amazon ha convertito 5.000 metri quadri di un’area magazzino in Slovacchia in una struttura che aiuta a fornire i beni più necessari per i rifugiati ucraini

Amazon ha fatto sapere, nelle ultime ore, di aver convertito 5.000 metri quadri di un’area magazzino in Slovacchia, che era precedentemente utilizzata per la distribuzione di prodotti ai clienti, in una struttura che aiuta a fornire i beni più necessari per i rifugiati ucraini.

“In soli 10 giorni i team di Amazon di tutto il mondo hanno lavorato insieme per costruire un nuovo hub per gli aiuti umanitari nell’Europa dell’Est. É il più grande hub di tale genere che Amazon abbia mai costruito – fa sapere l’azienda in una nota -“.

Inoltre, una rete di centri di distribuzione Amazon in tutta Europa sta ora predisponendo e consegnando oltre 4 milioni di beni essenziali donati sia dalla stessa Amazon che dai propri clienti.

I beni donati vengono distribuiti ai rifugiati sfollati, in collaborazione con alcune organizzazioni tra cui Save The Children e la Federazione internazionale delle società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.

La posizione strategica dell’hub per gli aiuti umanitari in Slovacchia accelererà significativamente il trasporto dei beni di prima necessità in Polonia, Ungheria, Slovacchia, Romania, Moldavia e Repubblica Ceca, per aiutare rapidamente i bambini ucraini e le famiglie in difficoltà – prosegue l’azienda americana -. Attivare questo hub in meno di 10 giorni ha richiesto un enorme lavoro di squadra, ed è gratificante vedere che i prodotti vengono già smistati e consegnati a chi ne ha bisogno. Siamo grati ai nostri clienti per la loro generosità, ai nostri team e ai nostri partner per il loro lavoro e la loro dedizione nel sostenere i rifugiati in questo momento critico. Sappiamo che questo sarà un impegno a lungo termine“.

Ambasciator