Apple: 45 anni fa il lancio del primo personal computer

apple

Era il 16 aprile 1977 quando Steve Jobs e Steve Wozniak presentarono il loro Apple II per la prima volta alla Fiera del Computer della West Coast a San Francisco

Apple Inc. è oggi universalmente riconosciuta come una delle più grandi società Big Tech che, esattamente come Amazon, Google, Microsoft, IBM e Meta, è riuscita a costruire un impero economico dal valore di miliardi di dollari. Sono diversi i prodotti di successo rilasciati sul mercato dall’azienda californiana: Macintosh, iMac, iPod, iPad, ma soprattutto iPhone, il cui successo riscosse in seguito al lancio del primo modello nel 2007, ha posto le basi per l’ingresso della multinazionale nel settore della telefonia, rivoluzionandone completamente i parametri.

Il lancio di quello che è attualmente considerato il primo PC della storia rappresenta sicuramente quel giro di boa, che ha finito per dare il via al gigantesco ingranaggio Apple. Ma qual è la sua storia?

Un home computer alla portata di tutti

Tutto ebbe inizio nel garage dei genitori di Steve Jobs, in quella che fu la primissima sede di Apple Computer, fondata nel 1976 insieme a Steve Wozniak. È qui che i due diedero il via ad una vera e propria scalata al successo con la produzione di Apple I, un prototipo di computer composto solamente dalla scheda madre principale, il quale riuscì anche ad ottenere un discreto risultato sul mercato. Ciò si rivelò essere piuttosto importante per il destino dell’azienda, dal momento che i guadagni furono tutti investiti nella costruzione dell’Apple II, il primo PC davvero alla portata di tutti dotato di schermo a colori, memoria RAM espandibile fino a 48 kB e tastiera. Le vendite del home computer arrivarono a toccare il milione di dollari, decretando il primo grande successo Apple.

Ad oggi Apple II resta uno dei prodotti più longevi di sempre che, seppur entrato in commercio nel 1977, ha continuato ad essere in vendita fino al 1993 anche grazie ai numerosi modelli che andarono a susseguirsi. Nel complesso, si stima che gli esemplari venduti ammontino ormai a quasi 5 milioni.

Il resto è storia.

Lascia un commento