Apple, nuovo spot per sensibilizzare importanza della privacy

apple

Apple lancia la nuova pubblicità: “La prossima vendita è un tesoro digitale: i dati privati dell’incantevole Ellie” con cui vuole aumentare la consapevolezza su come vengono prodotte, condivise e utilizzate le informazioni personali

Il nuovo spot pubblicitario di Apple dal titolo “La prossima vendita è un tesoro digitale: i dati privati dell’incantevole Ellie“, ha l’obiettivo di ricordare alle persone gli strumenti già in essere per dare un reale “potere” sui loro dati.

Ad esempio, gli utenti iOS e iPadOS possono visualizzare il resoconto sulla privacy delle app in impostazioni, per avere un resoconto contenente informazioni sull’attività di rete di ogni app e dei siti web, nonché sui domini che tutte le app contattano più frequentemente. Per la navigazione web, il resoconto sulla privacy di Safari permette di vedere un elenco dei tracker noti a cui è stato impedito di tenere traccia delle attività quando si visitano i siti.

Alla fine della pubblicità, Ellie, il personaggio principale, attiva “protezione della privacy in Mail“. Questa funzione per l’app su Mac, iPhone e iPad impedisce ai mittenti di un’e-mail di conoscere informazioni come l’indirizzo IP dell’utente e quando o quante volte visualizza un messaggio o se lo inoltra.

Su iOS e iPadOS, i controlli di privacy sono un modo efficace per gestire le app che hanno accesso alla localizzazione del dispositivo. È possibile scegliere se consentire a un’app l’accesso alla propria posizione una volta o ogni volta che la si utilizza, oltre che decidere se le app possono vedere la posizione approssimativa, entro un’area di circa 16 km quadrati. Infine l’e-commerce: come spiega il colosso americano, con Apple Pay l’azienda non tiene traccia di ciò che una persona acquista, quindi non può costruire una cronologia delle spese per proporre annunci pubblicitari. Chi usa un dispositivo Apple può capire il complesso sistema economico dei dati leggendo la guida, ora tradotta in italiano, “Un giorno nella vita dei tuoi dati”.