This must not be the place: le architetture ostili a Napoli e la questione dei senza tetto

Architetture ostili Napoli

Tra l’incudine e il martello, chi vive per strada subisce un doppio castigo: escluso dalla società civile e allontanato attivamente dalla vista dei “buoni”. Le architetture ostili a Napoli come altrove tracciano una linea di demarcazione ulteriore tra chi può permettersi di fruire della bellezza delle nostre città e chi, al contrario, ne provocherebbe un “danno al decoro”.

Da Santa Maria Capua Vetere al futuro del sistema penitenziario: intervista a Emanuela Belcuore

Emanuela Belcuore

Abbiamo intervistato Emanuela Belcuore, Garante delle persone detenute e private della libertà per la provincia di Caserta. Dalle prerogative del suo ruolo fino ai recenti fatti di Santa Maria Capua Vetere.

Ceci n’est pas un blasphème: quando gli altri censurano l’arte, Napoli la accoglie al PAN

Ceci n’est pas un blasphème – Festival delle Arti Censurate contro la Censura Religiosa sarà in mostra al PAN di Napoli dal 17 al 30 settembre. Intervista a Emanuela Marmo, direttrice artistica del progetto.

Napoli, tragedia all’Università: trovato morto studente 25enne

studente-25enne

Questa mattina uno studente 25enne è stato trovato morto presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Federico II di Napoli: si pensa al suicidio Questa mattina uno studente 25enne è stato trovato morto nei pressi della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Federico II di Napoli. É precipitato davanti l’Aula dove si stava svolgendo una…

Santa Maria Capua Vetere: “li abbattiamo come vitelli”. 52 arresti tra agenti e funzionari

Santa Maria Capua Vetere

Un ispettore del reparto Nilo e sette agenti della penitenziaria sono finiti in carcere, altri 18 ai domiciliari Obbligo di dimora per tre ispettori e sospensione dell’esercizio del pubblico ufficio per altri 23 soggetti, tra cui il provveditore campano Antonio Fullone. Accusati a vario titolo delle violenze avvenute lo scorso anno nel carcere di Santa…

Orban non cede sulla legge anti-lgbt e l’Ungheria rischia di uscire dall’Europa

orban

Il primo ministro ungherese Viktor Orban sempre più isolato in Europa a seguito del polverone dovuto alla controversa legge che limita fortemente la libertà di espressione e informazione su tematiche legate al mondo LGBT È un affondo coordinato quello dei leader dei paesi membri nei confronti di Orban, dovuto alle recenti disposizioni che limitano la…