Befana: una tradizione tutta italiana

befana

Nella notte tra il 5 e il 6 gennaio la Befana porta doni, o carbone, a tutti i bambini. Una tradizione italiana che si perpetua da secoli

La parola Befana deriva dal greco epifánia (traducibile con manifestazione divina), tramite le due corruzioni bifanìa e befanìa. Questa figura tradizionale, del periodo natalizio, è raffigurata come una donna anziana a cavallo di una scopa volante. Questa donna, dai poteri soprannaturali, porta doni, o punizioni, ai bambini in base al loro comportamento nella notte tra il 5 e il 6 gennaio.

La Befana, rispetto a Babbo Natale, nasce proprio in Italia, tanto che in altre parti del mondo è poco conosciuta. La vecchietta è una figura legata ai Re Magi. I sapienti, provenienti dall’Oriente e diretti a Betlemme per venerare Gesù Bambino, non riuscivano a trovare la via giusta per arrivare alla Sacra Famiglia. Un’anziana signora, lungo il tragitto, aiutò i Magi, offrendo loro cibo e doni. Questi ultimi offrirono alla donna la possibilità di seguirli a rendere omaggio al Signore ma lei, inizialmente, rifiutò. Pentita della decisione presa, la donna si mise in cerca del mistico bambino, offrendo doni in ogni casa con un bimbo presente (non sapendo dove si trovasse Gesù). Da allora, vaga ogni anno in cerca di Gesù.