Benino, il pastore più celebre del Presepe Napoletano

Benino il Pastore dormiente

I pastori hanno un ruolo molto importante nel Presepe ma senza Benino quest’ultimo non potrebbe nemmeno esistere

Nel Vangelo di Luca (2, 8-20) è riportato l’episodio dell’annuncio della nascita di Gesù, da parte dell’Arcangelo Gabriele, ai pastori, personaggi che non possono mai mancare in un Presepe.  Si compiva così quanto affermato nelle Sacre Scritture: “E gli angeli diedero l’annunzio ai pastori dormienti”.

Da questo passo nasce la figura di Benino, il pastore dormiente, il cui ruolo è di fondamentale figura per l’esistenza stessa del Presepe.

presepe-benino
presepe-benino

I pastori e la società ebraica dell’epoca

Prima di addentrarci nel ruolo di Benino è opportuno soffermarsi un attimo sul perché siano stati proprio i pastori i primi a ricevere l’annuncio divino.

É significativo che i primi ad essere stati avvisati della Buona Novella siano stati proprio i pastori, la categoria sociale ebraica considerata, all’epoca, la più umile e povera, in pratica senza diritti. Basti pensare che la loro testimonianza non era ammessa in tribunale.

La Salvezza e la Speranza, trasmesse da Gesù, sono rivolte a tutti, soprattutto agli umili, per questo motivo i pastori sono i primi a sapere.

Nel Presepe, la presenza dei pastori ha anche un altro motivo: rimanda al ruolo di Cristo, ricordato nel Vangelo di Giovanni (10, 11-18), del Buon Pastore che cura e protegge il suo gregge, rappresentato dall’intera Umanità. 

Benino e i suoi sogni

Benino è il pastore raffigurato mentre dorme. Secondo un’antichissima Tradizione del Presepe Napoletano, sogna il Presepe: se viene svegliato, quest’ultimo scompare, senza lasciare alcuna traccia.

Il pastorello è sempre raffigurato poco più che adolescente: il suo sogno, infatti, raffigura l’immaturità e l’incoscienza di chi ancora non conosce il mondo. Il suo svegliarsi, invece, assume il significato una rinascita, il passaggio di ognuno verso la maturità, ma anche la rivelazione del Divino Messaggio di Salvezza rappresentata dalla Natività e il passaggio a una nuova vita realmente cristiana.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.

Ambasciator