Bitcoin city, la città senza tasse: ecco dove sarà presto realtà

bitcoin city

A riportare la notizia è stata la Bbc News e il sito specializzato Coindesk: il presidente di El Salvador, Nayib Bukele, ha svelato il progetto che darà vita alla prima Bitcoin City al mondo

Lo scorso settembre El Salvador fu il primo Stato ad approvare il Bitcoin come moneta ufficiale, insieme al dollaro americano. Adesso il governo del Paese sembra intenzionato a costruire una vera e propria città dei Bitcoin: una Bitcoin city.

Una città in cui non verranno applicate tasse su reddito, proprietà o plusvalenze, con la sola presenza dell’Iva su beni e servizi. L’iniziativa mira a consolidare il ruolo di El Salvador come Paese in prima linea nell’adozione dei Bitcoin.

Situata in prossimità del Golfo di Fonseca, tra La Unión e Conchagua, la città baserà il totale della propria economia sulla più famosa criptovaluta al mondo, con un occhio all’energia sostenibile. Infatti, uno dei principali problemi nel coniare i Bitcoin, è il grosso dispendio energetico richiesto da computer e centrali nell’effettuare i calcoli matematici da cui nasce la moneta.

Per questo Nayib Bukele, Presidente dello Stato caraibico, ha lanciato un bond da 1 miliardo di dollari che servirà, in parte, per finanziare infrastrutture a energia rinnovabile, principalmente geotermiche, dedicate al “mining”.

La Bitcoin City sorgerà in una regione caratterizzata dalla presenza di diversi vulcani che forniranno potenza alle centrali. Il bond verrà utilizzato al 50% per finanziare la costruzione delle prime centrali energetiche e, per l’altra metà, per acquistare criptovalute che, a partire dal quinto anno dall’emissione, potranno essere acquistate dai cittadini come fonte per il pagamento dei dividendi a tutti i sottoscrittori.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.