Burger King: “Ordinate da McDonald’s”

burger-king-mc-donalds

Le campagne marketing ai tempi del Covid

Burger King, celebre catena internazionale di ristorazione fast food, ieri ha sbalordito tutti lanciando questo appello:

“Ordinate da McDonald’s. Non avremmo mai pensato di chiedervelo, ma in questo momento il settore della ristorazione, che impiega centinaia di migliaia di lavoratori, ha davvero bisogno del vostro supporto.”

Il team di Burger King, esorta i consumatori a sostenere il settore della ristorazione, menzionando altre catene mondiali come McDonald’s, KFC e Five Guys. Sembrerebbe che, in un momento di grave crisi per l’economia, l’internazionale fast food cerchi di includere anche i suoi storici competitors, nella speranza di darsi supporto a vicenda.

Trovata pubblicitaria o solidarietà?

Una volta partito da Twitter, il post ha fatto il giro di ogni social, in poche ore la notizia ha raggiunto il pubblico mondiale scatenando commenti di ogni genere. C’è chi crede che l’appello non sia altro che una trovata pubblicitaria per far parlare di sé e chi crede che sia nobile e solidale da parte del team lanciare un messaggio fortemente d’impatto in un periodo buio per tutti.

A parlare sono i numeri: Burger King vs McDonald’s

Probabilmente lo scetticismo del pubblico, nasce dalla conoscenza di alcuni numeri. Leggere i dati e paragonarli ad altri, può far sorgere dei dubbi riguardo allo scopo unicamente solidale del tweet. Il numero di dipendenti di Burger King equivale a 35.000 persone, sparse in 18.838 punti vendita, McDonald’s totalizza un numero di dipendenti 170.000 volte più alto e i punti vendita attualmente sono 38.000, più della metà del primo.

Burger King sa come entrare nella mente del consumatore

Poiché sono i dati a parlare, a molti appare evidente il tentativo del noto fast food di posizionarsi al di sopra delle altre catene.
La sicurezza emersa dal tweet rassicura il pubblico, gli regala la conferma di star scegliendo il team giusto, talmente superiore che non ha bisogno di competere con nessun altro perché conosce il valore dei propri prodotti. Burger King sa come entrare nella mente del consumatore.

King del marketing

Aldilà dello scopo dell’appello, ancora una volta Burger King si conferma re delle campagne marketing virali, capaci di catturare l’attenzione di tutti e di lasciare il segno. In meno di 24 ore, il mondo intero ha parlato della notizia, sia nel bene che nel male.

Una cosa è certa: Burger King si è fatto notare e chissà a quanti di noi è venuta voglia di un cheeseburger.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.