Guerra Ucraina, Clubhouse pubblica chat audio tra militari russi

Clubhouse

Clubhouse, il social network basato sull’audio, sta tornando in auge grazie ad una “stanza sonora” che diffonderebbe le comunicazioni tra i soldati russi in Ucraina

Clubhouse, social network basato sull’audio e il cui interesse è andato scemando nel tempo, sta tornando in auge grazie ad una “stanza sonora” che diffonderebbe le comunicazioni tra i soldati russi in Ucraina.

La veridicità delle registrazioni non può essere verificata ma, secondo il sito The Independent, parte dei contenuti corrisponderebbero ad azioni militari sul territorio ucraino, in modo particolare l’ingresso a Kharkiv e successivi bombardamenti, lo scorso mercoledì.

Secondo i fondatori della chat “Monitoring, Archiving and Transcribing Open Russian Radio Communications During the Ukraine Russia War” non tutte le comunicazioni dell’esercito di Mosca sono sicure e crittografate, per cui è possibile intercettarle e trasmetterle in diretta, quasi 24 ore su 24.
Analisti dei dati, hacker e volontari madrelingua, contribuiscono a tenere in piedi la chat room e a trascrivere quello che dicono i soldati dal russo all’inglese, rendendo disponibili i file gratuitamente. Come ricordano i fautori della stanza audio, che chiamano la loro missione “Operazione Radio Russa“, le sorgenti non crittografate provengono da segnali radio analogici, molto probabilmente catturati da frequenze dello stesso tipo nelle vicinanze. Da qui, le comunicazioni vengono messe in rete tramite un flusso che poi viene condiviso via Clubhouse.

La ShadowBreak International, una società britannica di raccolta di informazioni che ha pubblicato alcune delle registrazioni, ha affermato di aver “collaborato strettamente con radioamatori e traduttori, in tutto il mondo, per documentare e raccogliere le conversazioni“.