Quando fare l’asta per il Fantacalcio 2022/23?

fantacalcio

Quella che verrà sarà la stagione con più incognite in assoluto: l’incognita per l’asta al Fantacalcio 2022/23

Si è da poco conclusa una stagione di Fantacalcio piena di emozioni e all’insegna della nostra rubrica: il Fantambasciator. Con la nostra top e flop 11 vi abbiamo accompagnato lungo l’arco dell’intero campionato, ma è già ora di rimettere in moto la grande macchina organizzativa per ogni lega; bisogna organizzare l’asta. L’inizio è fissato per il 13 agosto e la sua conclusione sarà il 4 giugno, ma l’aspetto più particolare è la sosta di due mesi tra il 13 novembre ed il 3 gennaio. Una pausa di 52 giorni per il Mondiale in Qatar, che renderà anche questo Fantacalcio uno dei più stravaganti di sempre.

L’aspetto ancor più particolare? A rendere la situazione più complessa è il calciomercato. La campagna acquisti estiva, infatti, si chiuderà il 1° settembre, vale a dire dopo la 4a giornata di Serie A. Questa decisione implicherà che, chi vorrà aspettare la fine delle operazioni in entrata ed uscita di ogni squadra, sarà costretto a saltare ben quattro turni.

Le opzioni per l’asta al Fantacalcio 2022/23

Le opzioni che hanno i fantallenatori per fare la prima fondamentale asta, all’inizio del campionato, sono poche:

  • Programmarla prima del 13 agosto, data di inizio della Serie A
  • Aspettare che finisca il mercato il 1 settembre
  • Aspettare la prima sosta del campionato
  • Anticiparla all’ultima settimana di agosto

La prima opzione è probabilmente la più complicata, perché programmarla prima del 13 agosto vuol dire che mancherebbe tanto alla fine del mercato, quindi bisognerebbe fare una nuova asta a mercato appena finito. Dall’altro lato, aspettare che finisca il mercato l’1 settembre vorrebbe dire perdere ben quattro giornate di campionato. Si potrebbe aspettare la prima sosta del campionato, ma non è previsto uno stop “comodo” in quel periodo, considerato che la prima sosta sarà nel weekend del 24-25 settembre.

Il consiglio è dunque di anticipare l’asta all’ultima settimana di agosto: ciò potrebbe rappresentare un compromesso per chi non vuole arrivare a farla né prima del campionato né a mercato chiuso.

L’asta al Fantacalcio per Leghe ad 8 e a 10

Andiamo ad analizzare, adesso, quali sarebbero le due soluzioni più comode per le due tipologie di leghe più comuni in Italia: quelle ad 8 e a 10.

Cominciando dalle prime, un singolo fantallenatore dovrà sfidare 7 avversari. Per riuscire a creare un calendario equilibrato (5 tornate tra andata-ritorno), si dovranno saltare solamente 3 giornate di campionato, vale a dire 35 partite complessive su 38 di Serie A. In poche parole, un solo giorno per fare l’asta in questo caso: il 29 agosto. Se si decidesse di attendere la fine del calciomercato e dunque di saltare 4 partite, dopo quattro gironi di andata e ritorno simmetrici, l’ultimo girone d’andata (il quinto) si concluderebbe con una sfida in meno, portando così a sfidare 6 avversari e non 7.

Per quanto riguardo le leghe a 10 per riuscire ad ottenere un calendario equilibrato con 9 scontri con i vostri avversari per 4 volte, arrivando così a disputare 36 partite, dovreste saltare solamente 2 giornate di Serie A. Per voi sarebbe dunque ideale ritrovarsi per l’asta tra il 22 ed il 26 agosto. Più giorni a disposizione, ma quasi una settimana ancora di calciomercato che potrebbe cambiare la fisionomia di molte squadre di Serie A. A quel punto sarebbe obbligatoria un’asta di riparazione magari tra il 19 ed il 27 settembre, date della sosta per le Nazionali.

Il problema per l’asta di riparazione

I problemi saranno relativi anche all’asta dopo il mercato invernale. Sono infatti ancora da definire i tempi della ripartenza del campionato: difficile venga riproposto il Boxing Day, con le squadre in campo il 26 dicembre, e poi ancora tra fine anno e inizio 2023. Più probabile si posticipi la ripresa alla prima settimana del nuovo anno, giovedì 5 gennaio.

In questo caso l’interruzione salirebbe a 53 giorni, comprensivi di sette fine settimana. Per disputare più partite possibile fino allo stop e recuperare il tempo che si perderà, si giocherà dunque praticamente sempre tra week-end e mercoledì. Proprio i turni infrasettimanali metteranno in crisi i fantallenatori per via di formazioni che cambiano continuamente a causa di stanchezza e turnover.

Ambasciator