FeST – Il Festival delle Serie Tv: torna a Milano dal 23 al 25 settembre

Festival delle Serie Tv

Il FeST torna a Milano con la sua quarta edizione ed un nuovo tema: “Reframing Nature”

Il 23-24-25 Settembre 2022 ritorna a Milano il “FeST – Il Festival delle Serie Tv”, il primo festival italiano interamente dedicato alla serialità televisiva che – nato nel 2018 per fotografare lo stato dell’arte della narrativa televisiva contemporanea – giunge alla sua quarta edizione. Firmato da DUDE e co-fondato dalla direttrice artistica Marina Pierri (critica televisiva specializzata nella rappresentazione femminile), il FeST vanta tre giorni di incontri, talk, performance, formazione e proiezione che coinvolgono anche i più grandi broadcaster e servizi di intrattenimento nazionali ed internazionali, tra cui Amazon Prime Video, De Agostini Editore, Discovery+, Disney+, Fox Networks Group Italy, Mediaset, Netflix, Rai Fiction, Sky, TimVision, Turner e ViacomCBS Networks Italia.

Dopo i temi “Breaking Stereotypes” (della Seconda edizione, nel 2019) e “Crafting Worlds” (della Terza edizione, nel 2021), la Quarta edizione avrà come tema “Reframing Nature”:

«Reframing Nature accende i riflettori sui significati che attribuiamo alla parola “natura” e sulle sue declinazioni nelle storie per la tv. “Reframing” vuol dire dare una nuova cornice a un concetto, perché la cornice fa parte del quadro e ne modifica l’impatto su chi guarda. In gergo psicologico, implica l’atto di rimettere in prospettiva, ripensare a un determinato aspetto in molteplici maniere. E, spesso, trasformarlo. È questo il primo passo nella costruzione di una consapevolezza da cui è impossibile prescindere. Flora, fauna e mondo minerale non sono il fondale di cartone su cui si muovono i personaggi, ma personaggi esse stesse; così come l’umanità non solo vive nella natura, ma ne è integralmente parte. Pensarsi come altro rispetto al pianeta, alle sue risorse, agli altri suoi abitanti umani e non umani, diviene impensabile.

Natura è un costrutto sociale: rappresenta quello che è lecito o illecito essere nella società a partire dal proprio corpo e dai ruoli che predetermina. Natura è raccontare storie: il gesto più naturale che esiste per l’essere umano, quello capace di dare un senso alla realtà. Natura è convivenza delle differenze, locuzione che restituisce una connotazione orizzontale alla valorizzazione dell’unicità, chiave per l’accesso alla pluralità di punti di vista che le serie tv sono capaci di offrire.»

Marina Pierri, direttrice artistica di FeST

Le quattro sezioni

Anche quest’anno il programma del FeST sarà suddiviso in quattro sezioni:

  • Il Main stage: è lo spazio dedicato alle anteprime più attese e sarà, come sempre, ospitato all’interno di Triennale Milano Teatro;
  • L’Industry stage: è dedicato a broadcaster, case di distribuzione e produzione, personalità della filiera audiovisiva che converseranno – all’interno della sala Agorà – sullo stato dell’arte della serialità in Italia;
  • L’Unstage: lo stravagante palco ospitato nel giardino di Triennale in cui si darà voce alle nicchie cult con giochi e interazioni inaspettate tra serie tv e realtà;
  • Il Kids stage: ultima sezione dedicata ad anteprime ed incontri con i protagonisti della serie d’animazione e fiction più amate dai piccoli.  

Aperte le votazioni per i SERIAL AWARDS

Il 1° Luglio si sono aperte ufficialmente le votazioni per i Serial Awards, i premi del FeST attribuiti alle migliori serie tv italiane. La giuria, formata da esperti ed esponenti del settore, sarà presieduta dalla direttrice artistica Marina Pierri e la cerimonia di premiazione si terrà durante la serata conclusiva del 25 settembre.

Rispetto all’anno precedente, però, quest’anno i Serial Awards introdurranno quattro nuovissime categorie: Serie Entertainment dell’anno; Premio al podcast che vorremmo diventasse una serie scripted; Premio Coppia/relazione dell’anno; e Premio Docuserie dell’anno.

Tutte le nomination:

Premio Cattiveria “Ha fatto anche cose buone”

  • Francesco Serpico (Nino Sarratore) – L’Amica Geniale 3 (Rai)
  • Salmo (Snake) – Blocco 181 (Sky)
  • Dora Romano (Nonna Lina) – Bang Bang Baby (Prime Video)
  • Paolo Ricca (Vito Vitale) – Il Cacciatore 3 (Rai)
  • Luca Zingaretti (Bruno Testori) – Il Re (Sky)

Premio Interprete non protagonista

  • Livio Kone (Daniele Peirò) – Noi (Rai)
  • Alberto Malanchino (Gabriel Kidane) – Doc (Rai)
  • Valerio Mastandrea (l’armadillo) – Strappare lungo i bordi (Netflix)
  • Lilith Primavera (Vera) – Le fate ignoranti (Disney+)
  • Claudio Santamaria (Matteo) – Christian (Sky)
  • Giorgia Arena (Assunta) – Bang Bang Baby (Prime Video)
  • Isabella Ragonese (Sonia Massini) – Il Re (Sky)

Interprete protagonista

  • Eduardo Scarpetta (Michele) – Le fate ignoranti (Disney+)
  • Lucrezia Guidone (Margherita) – Fedeltà (Netflix)
  • Coco Rebecca Edogame (Summer) – Summertime 3 (Netflix)
  • Marco D’Amore e Salvatore Esposito (Ciro e Genny) – Gomorra Stagione finale (Sky)
  • Gaia Girace e Margherita Mazzucco (Lila e Lenù) – L’Amica Geniale 3 (Rai)
  • Alessandro Borghi (Massimo) – Diavoli 2 (Sky)
  • Laura Osma (Bea) – Blocco 181 (Sky)

Premio Look and Feel

  • Summertime 3 (Netflix)
  • L’Amica Geniale 3 (Rai)
  • Blocco 181 (Sky)
  • Bang Bang Baby (Prime Video)
  • Il Cacciatore 3 (Rai)

Premio Regia

  • Daniele Luchetti – L’Amica Geniale 3 (Rai)
  • Bindu De Stoppani, Michela Andreozzi – Guida astrologica per cuori infranti (Netflix)
  • Gabriele Muccino – A casa tutti bene (Sky)
  • Michele Rech – Strappare lungo i bordi (Netflix)
  • Ferzan Ozpetek, Gianluca Mazzella – Le fate ignoranti (Disney+)
  • Margherita Ferri, Michele Alhaique, Giueppe Bonito – Bang Bang Baby (Prime Video)
  • Giuseppe Capotondi, Ciro Visco, Matteo Bonifazio – Blocco 181 (Sky)

Premio Serie Kids dell’anno

  • Unlockdown 2 (DeaKids)
  • Di4ri (Netflix)
  • Next Level (Rai Gulp)

Premio Serie scripted dell’anno

  • Gomorra Stagione finale (Sky)
  • L’amica geniale 3 (Rai)
  • Strappare lungo i bordi (Netflix)
  • Blocco 181 (Sky)
  • Bang Bang Baby (Prime Video)

Premio Docuserie dell’anno

  • Chiamatemi Tony King (Discovery)
  • Una squadra (Sky)
  • La mala-Banditi a Milano (Sky)
  • Vendetta-Guerra all’antimafia (Netflix)
  • Stigma invisibile (Discovery)

Serie Entertainment dell’anno

  • Una semplice domanda (Netflix)
  • LOL (Prime Video)
  • Dinner club (Prime Video)
  • Una pezza di Lundini (Rai)
  • Pechino Express (Sky)
  • The Ferragnez (The Ferragnez)
  • Drag Race Italia (Discovery)

Premio Soundtrack a musiche originali e non originali

  • Summertime 3 (Netflix)
  • Gomorra Stagione finale – Mokadelic (Sky)
  • Le fate ignoranti (Disney+)
  • Blocco 181 – Salmo (Sky)
  • Bang Bang Baby (Prime Video)

Premio “Writer’s room” a sceneggiature originali e non originali

  • Gomorra Stagione finale (Sky)
  • L’amica geniale 3 (Rai)
  • A casa tutti bene (Sky)
  • Strappare lungo i bordi (Netflix)
  • Bang Bang Baby (Prime Video)

Premio Coppia/relazione dell’anno

  • Laura Osma (Bea), Andrea Dodero (Mahdi), Alessandro Piavani (Ludo) – Blocco 181
  • Adriano Giannini (Santo) e Arianna Becheroni (Alice) – Bang Bang Baby
  • Phaim Bhuiyan (Phaim) e Carlotta Antonelli (Asia) – Bangla (Rai Play)
  • Claudia Gusmano (Alice) e Michele Rosiello (Davide) – Guida astrologica per cuori infranti
  • Luca Argentero (Massimo) e Eduardo Scarpetta (Michele) – Le fate ignoranti
  • Marco D’Amore (Ciro) e Salvatore Esposito (Genny) – Gomorra Stagione finale

Premio “Ci vivrei” alla casa più bella

  • Casa Concordia – Fedeltà
  • Casa di Azzurra e Genny – Gomorra Stagione finale
  • Casa Ristuccia – A casa tutti bene
  • Casa di Michele – Le fate ignoranti
  • Casa di Ludo – Blocco 181

Premio al podcast che vorremmo diventasse una serie scripted

  • Il dito di Dio di Pablo Trincia (Chora)
  • Demoni Urbani (Gli ascoltabili)
  • Les Diabolique di Chiara Tagliaferri (Storielibere)
  • Ludwig di Gianluca Ferraris (Storytel)

Sito web ufficiale: http://www.ilfestivaldelleserietv.it/

Ambasciator