Il galeone San José tra Colombia e Spagna

galeone san josé

L’Unesco ha il compito di dirimere il confronto diplomatico tra Spagna e Colombia per decidere la proprietà dell’antico galeone affondato San José

Un nuovo capitolo del contenzioso che contrappone la Colombia alla Spagna per la proprietà del galeone coloniale San José, affondato nel XVIII secolo davanti a Cartagena de Indias, si è aperto in questi giorni 

Il Presidente colombiano Iván Duque Márquez ha infatti annunciato lunedì 6 giugno, durante una conferenza stampa, importanti novità a riguardo. 

Altre due navi rinvenute dalla Colombia

Accanto al vascello, ritrovato nel 2015, sono state recentemente individuate due navi, una risalente all’epoca coloniale e una del periodo repubblicano, ma ce ne sarebbero anche altre in quello specchio di mare. Una scoperta avvenuta perché, periodicamente, squadre di ricercatori monitorano il galeone per evitare danni che possano impedire il futuro recupero degli oggetti conservati. 

L’esecutivo colombiano ha deciso comunque di non utilizzare parte del tesoro sommerso per finanziare l’impresa di recupero per non perdere l’integrità di questa testimonianza del proprio passato.

galeone spagnolo
galeone spagnolo

La storia del galeone San José

Affondato dai corsari inglesi l’8 giugno del 1708, il galeone San José era partito dal porto Portobelo (attualmente a Panama, all’epoca parte della Nuova Granada), carico di un vero e proprio tesoro di 11 milioni di monete da 8 scudi in oro e argento. L’attacco britannico è riconducibile alla Guerra di Successione Spagnola (1701-1714), durante la quale Londra e Madrid furono su fronti opposti. 

Sono poi state rintracciate cannoni forgiati nel 1655 a Siviglia e Cadice, spade di ufficiali ed equipaggio, stoviglie cinesi e anfore.

Contenzioso all’Unesco  

La Spagna si considera la proprietaria legittima del galeone in quanto quest’ultima era una nave di stato nel periodo di dominazione spagnola di buona parte dell’America Latina. La Colombia, invece, sostiene che la nave e il suo tesoro sono parti integranti del proprio Patrimonio Culturale

Ora spetta all’Unesco (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura) decidere il destino del San José e del suo inestimabile tesoro.