Gianluca Gala, lo chef che utilizza pane, amore e fantasia

Gianluca Gala, lo chef che utilizza pane, amore e fantasia

Gianluca Gala è il noto chef internazionale da cui prende il nome il ristorante situato a Pozzuoli

È il pesce a fare da padrone nel ristorante puteolano di Gianluca Gala ma i piatti sono tutti rivisitati in chiave gourmet. Belli, colorati, profumati ma soprattutto buoni da degustare. “Pane, amore e fantasia” sono i tre ingredienti che utilizza lo chef, ovviamente per pane si intendono gli ingredienti di primissima qualità che sono alla base di ogni pietanza degustata con passione da tutti quelli che da Gianluca si sentono a casa.

L’esperienza e la passione a cosa danno vita in cucina?

A tutto, ma credo che la passione sia il cuore pulsante della cucina perché, cucinare, è un’arte che coinvolge tutti i nostri sensi e risveglia emozioni profonde. Non è solo una questione di ricette e ingredienti, ma un modo di esprimere se stessi attraverso il cibo. È un’opportunità per abbandonarsi alla creatività e sperimentare nuove combinazioni di sapori e profumi. Ma la vera magia della cucina risiede nell’atto di condividere il cibo con gli altri“.

Quanto di Napoli c’è nei piatti di Gianluca Gala?

Molto. Al Sud il cibo fa da padrone in parecchie conversazioni. Adoro la cucina napoletana perché,  pur essendo ricca di tradizione, permette di sperimentare senza alterare il gusto unico della materia prima“.

Le tre regole fondamentali di una buona cucina?

Organizzazione. Equilibrio. Amore“.

Un personaggio famoso napoletano che ha degustato le sue prelibatezze ed è rimasto entusiasta

Ho avuto il piacere di ospitare parecchi personaggi del panorama napoletano tra cui Fabio Cannavaro. Il comune denominatore è stato il tiramisù di baccalà, crea una vera e propria dipendenza!

Le materie prime da cui parte la sua fantasia culinaria

Trovo ispirazione in tutto. Inutile dirlo, la materia prima indiscussa è sicuramente il pesce“.

Print Friendly, PDF & Email
Ambasciator