Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore: perché si celebra oggi?

giornata mondiale del libro

Oggi, 23 aprile, ricorre la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto D’Autore

La Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore è nata nel 1995, quando in occasione di una Conferenza generale dell’Unesco i 12 Paesi che si erano riuniti indicarono questa data per onorare, incentivare e valorizzare la lettura e gli autori e allo stesso tempo per sostenere la tutela del copyright.

Perché il 23 aprile è stato scelto come data della giornata mondiale del libro?

Il 23 aprile è stato scelto come data per celebrare la Giornata Mondiale del Libro perché è la data in cui nel 1616 erano morti tre autorevoli indimenticabili scrittori:

  • Miguel de Cervantes (morto il giorno prima ma sepolto il 23),
  • William Shakespeare (morto il 23 aprile secondo l’allora calendario giuliano, in vigore all’epoca in Inghilterra) e l’Inca Garcilaso de la Vega.

Anche se la ricorrenza ufficiale è nata solo nel 1995 l’idea di celebrare i libri e i loro autori ha origini più lontane nel tempo.
In Catalogna la celebrazione di questa giornata risale al 1926, con la tradizione della rosa.
A Barcellona infatti è consuetudine da sempre, il 23 aprile, che ogni uomo regali una rosa alla sua compagna e allo stesso modo anche i librai della Catalogna per rispettare questo rito, regalano una rosa per ogni libro venduto in questo giorno.

La Capitale Mondiale del Libro

Ogni anno, a partire da questa giornata, la città scelta dall’Unesco diventa la Capitale Mondiale del Libro per un anno.
La prima città ad essere scelta fu proprio una città spagnola, Madrid, nel 2001, quella di quest’anno invece è Guadalajara, in Messico.

La Capitale Italiana del Libro

Il Ministero dei Beni Culturali ha instituito nel 2020 il titolo di Capitale Italiana del libro.
Nel 2020 la capitale del libro designata è stata Chiari (Brescia), nel 2021 è stata nominata invece Vibo Valentia, a seguire invece per quest’anno è stato il turno di Ivrea, un comune nella città metropolitana di Torino.

Le iniziative italiane per la promozione dei libri

Nel 2011 è nata una campagna nazionale chiamata il maggio dei libri.
L’obiettivo di questa campagna nazionale è stato fin dall’inizio quello di evidenziare il valore sociale dei libri come mezzo fondamentale per la crescita individuale, culturale e civile.

La campagna il maggio dei libri nel desiderio di perseguire il suo obiettivo e di far avvicinare al mondo dei libri anche chi ancora non lo è, trova il modo ogni anno di coinvolgere enti locali, scuole, biblioteche, librerie, editori, associazioni culturali.
La dodicesima edizione del maggio dei libri inizia il 23 aprile e termina il 30 maggio ad Assisi.
Quest’anno inizia prende avvio proprio da Ivrea, capitale italiana del libro 2022.

Questa campagna del centro per i libri e la lettura sarà ricca di iniziative sia dal vivo che online al fine di promuovere quanto più possibile i meravigliosi viaggi attraverso tempi, mondi e luoghi diversi che ci fanno vivere i libri.