Giornata delle vittime innocenti delle mafie, domani in streaming il Canone di Pachelbel, il tributo degli studenti dei licei musicali della Città Metropolitana di Napoli e della Campania

Domattina, alle ore 11, sui canali social della Città Metropolitana, sarà trasmesso un video che vedrà impegnati circa 100 allievi della Rete della Città Metropolitana di Napoli e regionale dei licei musicali e coreutici della Campania; che suoneranno con i loro insegnanti il brano mentre altri 20 studenti leggeranno i nomi delle persone cadute innocentemente sotto i colpi della crudeltà criminale.

De Magistris: “Orgogliosi dei nostri ragazzi. La Giornata di quest’anno è un inno alla vita”

Sarà perché è strutturato su un tema di basso ostinato, ostinato come il loro coraggio, la loro determinazione pagata con la vita, o forse perché era il brano che con la sua diamonica stava studiando il piccolo Giuseppe Di Matteo, il bimbo ucciso e sciolto nell’acido, che i ragazzi dei Licei Musicali e Coreutici hanno voluto dedicare la propria personalissima versione del Canone di Pachelbel alle vittime innocenti delle mafie; in occasione della Giornata della memoria e dell’impegno nel loro ricordo.

Domattina, infatti, alle ore 11, sui canali social della Città Metropolitana sarà trasmesso in streaming un video che vedrà impegnati circa 100 ragazzi delle classi di chitarra e mandolino e i loro insegnanti della Rete della Città Metropolitana di Napoli e regionale dei licei musicali e coreutici della Campania. Suoneranno il brano mentre altri 20 studenti leggeranno i nomi delle persone cadute innocentemente sotto i colpi della crudeltà criminale.

Hanno dato vita a questa iniziativa i licei musicali Melissa Bassi e Margherita di Savoia di Napoli, Grandi di Sorrento, Moscati di Sant’Antimo, Munari di Acerra, Severi di Castellammare di Stabia, Albertini di Nola, Rosmini di Palma Campania e Pitagora – Croce di Torre Annunziata, oltre al liceo musicale e coreutico Boccioni Palizzi di Napoli.

Quest’anno è stato difficile realizzare il video – fanno sapere dalle scuole – in quanto sia i ragazzi che gli insegnanti hanno lavorato ognuno nelle proprie case, in didattica a distanza. Durante le lezioni di musica d’insieme e di esecuzione e interpretazione; i docenti hanno seguito i rispettivi alunni preparandoli alla esecuzione del Canone su arrangiamento del Maestro Vincenzo Amato.

Le parole del Sindaco Luigi De Magistris

“Ringraziamo le nostre ragazze e i nostri ragazzi dei Licei musicali e coreutici – ha affermato il Sindaco della Città Metropolitana, Luigi de Magistris – perché, con la volontà espressa di offrire un contributo concreto in questa giornata così significativa, hanno dimostrato grandissima sensibilità e grandissimo senso civico e di appartenenza alla comunità. E un grazie va anche ai docenti, perché hanno saputo far nascere dentro di loro questa voglia”.

Luigi De Magistris

La Giornata, giunta quest’anno alla XXVI edizione, è stata riconosciuta ufficialmente dallo Stato nel 2017, con la legge n. 20 dell’8 marzo.

“Mi piace sottolineare – ha continuato de Magistris – lo slogan di quest’anno, che è ‘A ricordare e riveder le stelle’. Come bene hanno sottolineato gli organizzatori, l’etimologia latina del termine ricordare ci restituisce un duplice significato: re- indietro, ma anche ‘nuovamente’, e cor, cuore; quindi richiamare nel cuore coloro che hanno perso la vita per mano mafiosa, ‘tornare’ e essere ‘nuovamente’ ricordati per rivivere dentro ciascuno di noi”.

“E poi – ha concluso il Sindaco Metropolitano – ‘e riveder le stelle’, ovvero l’ultimo verso dell’Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri; nel settecentesimo anniversario della sua morte: il desiderio di ‘riveder le stelle’ e di uscire dall’inferno della pandemia. Ma le stelle sono anche le persone che ogni giorno si battono per la giustizia sociale e la legalità democratica, fari del nostro operare ed esempi ai quali guardare. Una Giornata che vuole dunque essere un inno alla vita, e siamo felici che i nostri studenti abbiano voluto celebrarla così”.

Luigi De Magistris

Si potrà assistere all’evento domani, 20 marzo, alle ore 11, collegandosi alla pagina Facebook istituzionale della Città Metropolitana all’indirizzo https://www.facebook.com/citta.metropolitana.napoli/ o a www.metronapoli.it, l’e-magazine ufficiale della Città Metropolitana.

A cura dell’Ufficio Stampa della Città Metropolitana di Napoli

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.