Giveaway legali in Italia

giveaway-nicole-pallado

I giveaway sono legali anche in Italia, ma con determinate condizioni

In Italia i giveaway sono legali, eppure molte persone subiscono ancora sanzioni. La nostra legge non prevede le stesse condizioni come in altri paesi. Se si violano le procedure imposte dal Ministero dello sviluppo economico, si può incorrere in una multa. Recentemente è successo alla beauty influencer Nicole Pallado, 23 anni di Padova, che ha ricevuto una multa di 10.000 euro per aver effettuato un giveaway.

Cosa sono i giveaway?

Il termine deriva dall’inglese e letteralmente significa “dare via”. Si usa molto sui social dove l’utente decide quale oggetto regalare in omaggio per finalità promozionali principalmente. Per partecipare, il proprietario della pagina chiede agli utenti di compiere varie azioni: per esempio seguire un profilo, mettere like, taggare persone, commentare o condividere.

Praticamente si sceglie un oggetto da mettere in palio e il vincitore sarà estratto secondo un meccanismo imprevedibile. Di solito si usano applicazioni o siti che possano estrarre a sorte. L’organizzatore non può scegliere chi sarà il vincitore, è tutto nelle mani della fortuna.

I giveaway sono legali o illegali?

Un giveaway è considerato legale in Italia solo se rispetta le normative dei concorsi a premi. Queste norme prevedono lo svolgimento di diverse procedure prima, dopo e durante la realizzazione del giveaway.

Un giveaway può essere realizzato e portato a termine in modo legale se:

  • l’oggetto in omaggio ha un valore inferiore a 1 euro
  • colui che partecipa ha svolto tutte le procedure richieste dall’organizzatore (attenzione: non si può richiedere di acquistare un prodotto per poter partecipare)
  • si rispettano le norme previste dal decreto del Presidente della Repubblica 430/2001 con le relative modifiche.

Comunque per non incorrere in errori, ci si può rivolgere a un professionista. Ovviamente questo ha un costo, che dipenderà dalla durata del giveaway e dal professionista.

Perché se sono legali molte persone subiscono sanzioni?

Molto spesso le sanzioni sono causate dal valore dell’oggetto troppo alto rispetto a quanto è consentito dalla legge. Le multe possono andare dai 1.000 ai 50.000 euro.

Ultimamente la beauty influencer Nicole Pallado, ha subito una sanzione proprio a causa di un giveaway. La ragazza aveva scelto come oggetto del giveaway una palette, ma il suo valore era di 28 euro e pertanto non rispettava le normative dei concorsi a premio. Tramite delle storie su Instagram, Nicole ha affermato di aver ricevuto una multa di 10.000 euro, che ha successivamente pagato.

L’influncer si è rivolta ad un avvocato e ha deciso di avviare una petizione sul sito change.org, per alzare il valore del prodotto dei giveaway a 100 euro.

Sicuramente prima di avviare un giveaway bisogna ben informarsi, ma è abbastanza ingiusto che in Italia siano consentiti con un valore inferiore a 1 euro. Se sei d’accordo puoi firmare la petizione.

Photocredit: @nicolepallado

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.