Gli azzurri ripartono da qui… NAPOLI – BENEVENTO 2-0

34′ Mertens, 66′ Politano

Stadio DIEGO ARMANDO MARADONA si gioca il derby campano con il Benevento sempre battuto dagli azzurri in Serie A. Gattuso contro Inzaghi è il confronto tra grandi amici dai tempi del Milan, dove hanno collezionato titoli e vittorie, oltre all’indimenticabile trionfo mondiale del 2006.

Il Napoli, reduce dall’eliminazione in Europa League e dalla sconfitta a Bergamo contro l’Atalanta, ha un unico obiettivo: il rilancio in campionato.
Ancora emergenza in attacco per Gattuso che, in ogni caso, ritrova Mertens dal 1‘. Spazio a Meret in porta e a Ghoulam, preferito a Mario Rui.

Assente in panchina poiché squalificato, Filippo Inzaghi si affida a Lapadula rifornito da Caprari e Ionita.  Roberto Insigne in panchina. Schiattarella stringe i denti e gioca in regia. Dietro non c’è lo squalificato Glik, sostituito da Barba, mentre a sinistra fiducia a Foulon

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Ghoulam; Ruiz, Bakayoko; Politano (85′ Hysaj), Zielinski (82′ Elmas), L. Insigne; Mertens (82′ Maksimovic). 
All. Gattuso.

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Depaoli, Tuia, Barba, Foulon (65′ Letizia); Hetemaj, Schiattarella (46′ R. Insigne), Viola; Ionita (82′ Moncini), Caprari (65′ Sau); Lapadula (70′ Gaich). 
All. F. Inzaghi (D’Angelo in panchina).

AmmonitiDi Lorenzo (N), Barba (B), Hetemaj (B)

EspulsoKoulibaly (N) all’81’

Napoli – Benevento: il match

2′ Subito Napoli sulla trequarti avversaria per un avvio aggressivo.
4′ – Ancora Napoli con Insigne in area, uscita coi pugni di Montipò che allontana.
6′ E di nuovo Napoli: Mertens serve Zielinski che calcia dal limite, pallone smorzato e facile preda di Montipò.
7′ – E’ iniziato il pressing azzurro: Insigne si sgancia sulla sinistra e accelera palla al piede, suo l’ultimo tocco dopo il contrasto con Tuia.
8′ – Napoli molto determinato in questo inizio di partita. Il Benevento attende gli azzurri senza tentare alcuna manovra.
11′ Sbiadito tentativo del Benevento: Lapadula sembra in posizione regolare sulla sponda di testa di Caprari, ma viene fermato dal fischio dell’arbitro per un presunto fuorigioco. 

13′ Azione insistita del Napoli in attacco: Mertens si sposta sulla sinistra per crossare, ma il pallone è allontanato dalla difesa giallorossa.
14′ Primo tiro nello specchio da parte dei padroni di casa: sinistro dalla distanza di Ruiz, ma Montipò si distende e blocca.
14′ – Pochi secondi ed è ancora Napoli ed è ancora Ruiz: stavolta il sinistro sul primo palo termina sul fondo.
 18′ Benevento costretto a difendersi in ogni modo: l’entrata fallosa di Foulon su Di Lorenzo fa guadagnare un calcio di punizione al Napoli da posizione laterale.
19′ – La punizione battuta da Ghoulam costringe Montipò ad allungare in corner.
20′ Dagli sviluppi del calcio d’angolo, Zielinski calcia, ma il tiro è centrale e non crea problemi a Montipò.

21′ – Napoli in grande spolvero: lo spunto è di Politano che scappa sulla destra e mette in mezzo, Barba è costretto ad allontanare.
23′ Azzurri insistentemente alla ricerca del gol: all’altezza del vertice dell’area di rigore, Mertens prova la battuta diretta in porta, ma sfiora la traversa.
25′ – Ancora una bella azione del Napoli che muove il pallone dagli sviluppi di un corner, c’è però un offside di Ghoulam ad interrompere il gioco.
29′ Nuovo pericolo per il Benevento: Tuia sbaglia in copertura, poi ci pensa Barba a chiudere provvidenzialmente.

34′ – Altro affondo napoletano: su invito deviato di Ghoulam dalla sinistra, Mertens beffa Foulon in ritardo in copertura e, con un colpo d’esterno e l’intuito del centravanti puro, la mette in rete. NAPOLI IN VANTAGGIO! GOL DI MERTENS! 1-0.
37′ – Pochi minuti ed è di nuovo brivido nell’area giallorossa: destro vincente di Zielinski dal limite dell’area, con Insigne sulla traiettoria a disturbare la visuale di Montipò. Gran gol del polacco che viene subito annullato. Ancora 1-0.
38′ – Ripartenza del Benevento: Depaoli col destro sul primo palo, ma Meret c’è! Gattuso urla dalla panchina.
45′ – Senza recupero, finisce il primo tempo: NAPOLI-BENEVENTO 1-0.

Secondo Tempo

46’ Cambio nel Benevento: Schiattarella che aveva stretto i denti, deve arrendersi. Dentro Roberto Insigne che va sulla trequarti, Ionita arretra a centrocampo. Sarà Viola il regista del Benevento.
47′ Partenopei subito in avanti: rasoterra di Ghoulam per Zielinski che prova il tiro, ma il pallone è altissimo.
51′ – L’atteggiamento del Napoli è quello giusto, ma piccole leggerezze bloccano il raddoppio: Ruiz non riesce a far sfilare il pallone intercettato da Hetemaj e la ripartenza sfuma.
53′ – Punizione per il Napoli: Politano calcia sulla barriera, sulla ribattuta c’è Ruiz che, però, spara fuori.

55′ Sempre Napoli. Ripartenza pericolosa: Hetemaj interviene in scivolata su Insigne e blocca la manovra.
57′ – Azione individuale per i partenopei: corsa palla al piede di Zielinski sulla fascia sinistra, arriva all’ingresso in area e viene frenato dalla difesa sannita.
58′ – Reazione del Benevento: ci prova Ionita di testa, ma Meret para facilmente.
59′ Giallo a Koulibaly per fallo su Lapadula.
61′ – Giallo anche a Di Lorenzo per una trattenuta ai danni di Hetemaj.

63′ Benevento reattivo, ma ancora Napoli pericoloso: bella giocata di Insigne che controlla, converge dalla sinistra e cerca il destro a giro sul secondo palo, ma il pallone è fuori di pochissimo.
65′ – Doppio cambio per il Benevento: Caprari per Sau e Letizia per Foulon.
66′ – Azzurri sempre alla ricerca del raddoppio: Insigne crossa dal vertice dell’area sul secondo palo, Di Lorenzo riesce a correggere il pallone verso la porta, poi c’è un fortuito tocco di Politano in caduta. RADDOPPIA IL NAPOLI! 2-0
Check del Var in corso…
68′ – IL GOL E’ REGOLARE. Ma resta l’incertezza sull’autore del gol del 2-0 Pioche c’è la deviazione di Di Lorenzo e successivamente quella di Politano in caduta.
Alla Lega di seria A, il verdetto…

70′ – Inzaghi manda in campo Gaich al debutto, esce Lapadula.
71′ – Napoli vicino al 3-0: con il destro, Lorenzo Insigne la manda fuori di un soffio.
72′ – La Lega Serie A assegna il gol del 2-0 del Napoli a Politano.
75′ – Sfiorato ancora il 3-0 per gli uomini di Gattuso. Dagli sviluppi di un corner, bell’ inserimento di Koulibaly testa e pallone fuori da pochi passi!
80′ Giallo al diffidato Barba che stende Politano in ripartenza.
81′ – Koulibaly, già ammonito, viene espulso da Abisso per un’entrata su Letizia nella metà campo del Benevento.
82′ Cambi per Gattuso: fuori Zielinski, dentro Elmas e fuori anche Maksimovic per Mertens.

Nel Benevento: dentro Moncini per Ionita.
84′ Giallo a Hetemaj per l’entrata su Bakayoko.
85′ – Entra anche Hysaj ed esce Politano.
88′ – Pressione del Benevento con Depaoli, ma è bravo Insigne a guadagnarsi una rimessa dal fondo.
89′ – Timide e sporadiche reazioni giallorosse: Letizia ci prova dalla distanza, ma va in facile in presa Meret.
90′ – Quattro minuti di recupero.
FINISCE QUI: NAPOLI-BENEVENTO 2-0.

La risposta che tutti si aspettavano, dopo la delusione per l’eliminazione dall’Europa League, è, dunque, arrivata.
Va agli azzurri il derby campano. Mertens torna titolare dopo 74 giorni e sblocca il risultato (e la squadra!) nel giorno della sua 250ma presenza in Serie A. Festeggia, abbracciando il mitico magazziniere Tommaso Starace che oggi ha compiuto gli anni.
Annullato il raddoppio di Zielinski (Insigne copre la visuale di Montipò). Assegnato il 2-0 a Politano.
Peccato per l’espulsione di Koulibaly nel finale!

Il Napoli aggancia la Lazio al 6° posto ed ha ancora da recuperare una partita.
Gattuso ed i suoi ragazzi tornano in silenzio stampa dopo la parentesi europea, ma è ben chiaro a tutti che l’obiettivo resta la zona Champions e che, dopo la convincente prestazione di quest’oggi, non sembra più così lontana.
Il tecnico calabrese ritrova il sorriso e, speriamo, la serenità.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.