Inter-Napoli Femminile 0-0

anno-dantesco

L’Inter ospita al Suning YDC il Napoli Femminile nella quindicesima giornata, quarta del girone di ritorno, di Serie A

L’Inter in cerca di continuità, mentre il Napoli ha bisogno di punti per mettere nel mirino la salvezza.

Pistolesi, non potrà contare su Chatzinikolaou e Perez, assenti per infortunio, e sulla Fusini alla quale, nell’ultimo giro di tamponi è stata riscontrata la positività al Covid. In dubbio la Goldoni. Convocate le giovani Catalano, De Biase e Giordano.
Dobbiamo andare oltre le difficoltà, ribadisce il mister, è quello per cui le ragazze lavorano ogni giorno e che ci stiamo apprestando a fare. Sono fiducioso che la “scintilla” possa scattare già in casa dell’Inter così da invertire la rotta. Recuperiamo Popadinova e Cameron, andiamo a giocarcela senza paura“.

Alla vigilia del match, il Presidente Carlino ha voluto personalmente dare la carica alle Tartarughine, e consegnare un omaggio floreale da parte dello sponsor Expert anticipato per la Festa delle Donne.    

Mister Attilio Sorbi, alla vigilia del match ha dichiarato: “La vittoria contro l’Hellas Verona ci ha dato molta fiducia in vista di questi prossimi due mesi impegnativi che ci aspettano. Il Napoli all’andata ci ha creato molte difficoltà, ma noi ora siamo in un buon momento e abbiamo molta fiducia. Ci mancano calciatrici molto importanti ed è difficile giocare senza di loro, ma abbiamo un’ottima rosa e nelle ultime partite abbiamo fatto bene“.

La partita sarà diretta dall’arbitro Emanuele Frascaro, della sezione di Firenze, coadiuvato dagli assistenti Toce e Lisi

Il match

Primo tempo, combattuto, ben giocato dall’Inter con il Napoli Femminile pronto a ripartire. Una occasione per parte, per le neroazzurre al 22’ progressione della Marinelli, palla dentro su cui Mauro non arriva di un soffio. Risponde il Napoli Femminile al 34’, con un la Nocchi, ma il suo tiro a giro finisce fuori di poco.

Al 58’ doppio cambio per le partenopee, escono Isotta Nocchi, stanchissima, e  Vivien Beil, entrano Pia Rijsdijk e Làra Kristìn Pedersen. Cambi azzardati ma, evidentemente, Pistolesi ci crede, e vuole più forza in attacco. Risponde l’Internazionale,  esce Anna Catelli ed entra Caroline Møller Hansen.

In questi primi 15 minuti del secondo tempo il Napoli sta prendendo campo, l’Inter si difende bene. Al 69’ terzo cambio per Mister Pistolesi, esce Federica Cafferata, forse qualche problema fisico, ed entra Paola Di Marino. Dopo un avvio tutto azzurro, si rivede l’Inter in area del Napoli, Marinelli pericolosa, Tasselli respinge.
Grande prestazione della Tasselli, oggi sicuramente tra migliori della sua squadra.

Al 77’ Rijsdijk sfrutta un rimpallo favorevole e si invola verso l’estremo difensore neroazzurro, la Marchitelli esce con i piedi e sventa l’incursione. Quarta sostituzione per il Napoli Femminile, esce Emma Errico ed entra Vlada Kubassova.

Appannato l’Inter nei minuti finali, ma le Tartarughine non sfruttano al meglio la freschezza delle nuove entrate, sentono di poter fare loro la partita, ma sono troppo frettolose e poco precise nella fase conclusiva.
Tre minuti di recupero, tutti giocati a centrocampo. Ultimo brivido per l’Inter, su calcio d’angolo, colpo di testa della Huynh, salva Alborghetti.

Finisce a reti inviolate senza né vinti né vincitori. L’Inter sale a 18 punti in classifica, il Napoli Femminile a -4 dal San Marino Accademy. Tutto sommato, un punto pesante, in chiave salvezza.



stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.