Intervista a Sommobuta: tra Storia, Nona Arte e One Piece

Intervista ad Angelo Cavallaro, Sommobuta

Raccontiamo il nostro incontro con lo youtuber Angelo Cavallaro, in arte Sommobuta, per il Comicon di Napoli

Angelo Cavallaro (noto nel web come Sommobuta) è uno storico, scrittore e youtuber appassionato di fumetti, che ritiene un veicolo culturale della massima importanza. Seguitissimo su canali social quali Youtube e Twitch, è un punto di riferimento, in Italia, per l’approfondimento e la critica sul manga di Eiichirō Oda, One Piece.

L’intervista al Comicon

Abbiamo intervistato Sommobuta in occasione del Comicon 2022 di Napoli che si è svolto dal 22 al 25 aprile scorso. 

Durante questa importante manifestazione è stato assegnato un Premio Speciale alla Carriera ad Eiichirō Oda, creatore di One Piece. Un premio che arricchisce il vasto programma di celebrazioni per il manga dei record che proprio al Comicon taglia l’importante traguardo del n. 100 e 25 anni di “onorata carriera”.

Angelo, ormai da anni, quasi ogni settimana intrattieni il tuo vasto pubblico su Youtube con le tue analisi su One Piece. Come nasce questo progetto? 

Per gioco e per passione, come qualunque progetto agli albori di internet (e di YouTube). Amministravo un forum a tema One Piece, il Devil’s Fruit Forum, sin dal lontano 2006 e qualche anno dopo, nel 2010, pensai che poteva essere una buona idea fare dirette streaming per approfondire meglio le tematiche dei singoli capitoli del manga di Eiichiro Oda. Tuttavia, ai tempi, le piattaforme streaming e le connessioni internet non erano potenti come adesso, perciò la soluzione più immediata (che non fosse aprire un altro sito o un altro blog) era quella di sperimentare Youtube. A distanza di così tanti anni, direi che la sperimentazione è ancora pienamente in atto“. 

Spesso hai detto e scritto che il tuo personaggio preferito di One Piece è Usop, puoi spiegarci il motivo? 

All’interno della ciurma di Luffy ‘Cappello di Paglia’ vi sono molti personaggi variegati, ognuno dei quali si distingue per forza, carisma, carattere e ‘potere’. Usop, invece, al netto della sua intraprendente intelligenza, è l’uomo comune, che viene catapultato di volta in volta in situazioni e pericoli più grandi di lui. Si dice sempre che il coraggio nasce dalla paura, e Usop è il personaggio che, nonostante sia attanagliato dalla paura, cerca di affrontare i problemi in cui si imbatte. In un roster di personaggi potentissimi, Usop è l’uomo comune. Usop siamo noi”. 

Sei laureato in Scienze Storiche. Questa passione ti è servita per trattare di manga?

“Assolutamente sì, uno dei caratteri distintivi delle analisi che propongo sui miei canali YouTube e Twitch è proprio quello di aver unito la passione per la storia a quella del mondo dei fumetti. Fondamentalmente, all’interno dei miei contenuti, ho utilizzato spesso la metodologia della ricerca storica applicata alla nona arte, così da mostrare che, quando parliamo di fumetti, parliamo di Arte con una storia, una cultura, un passato, e un vissuto tutto da scoprire”.

Ci troviamo al Comicon, festival dedicato al Fumetto e alla cultura pop, che frequenti da anni. Quest’anno, però, la tua partecipazione Sommobuta è diversa

“Sono letteralmente cresciuto al Napoli Comicon, e ho partecipato alla quasi totalità delle manifestazioni sin dal suo esordio nella sua precedente sede di Castel Sant’Elmo. Quest’anno però ho partecipato in maniera attiva alla realizzazione di una buona parte degli eventi del settore dedicato ai manga, organizzando e delineando incontri, conferenze, meeting e panel, e allestendo con l’aiuto di Antonio di Napoli, Rosa Limone e Star Comics la prima mostra a tema su One Piece in Italia. Vivere la fiera da organizzatore e conferenziere è un’esperienza totalmente differente rispetto alla semplice visita. Sicuramente più appagante, ma anche più stancante“. 

Quali sono i tuoi progetti futuri? 

Per scaramanzia, bocche cucite. Ma ci aspettano molte nuove avventure affascinanti!”.  

Ambasciator