Khaby Lame: la semplicità che premia (e piace)

Khaby-Lame

È il TikToker italiano più seguito del momento: scopriamo insieme chi è

Khaby Lame, circa 33 milioni di followers (attualmente) su TikTok e più di 6 milioni di seguaci su Instagram, numeri che non ha nemmeno Chiara Ferragni. Quale sarà il motivo di tale successo?

Chi è Khaby Lame?

Khabame Lame è un ragazzo di 21 anni nato in Senegal nel 2000, ma vive a Chivasso, provincia di Torino, da diciannove anni. Ha quattro fratelli, di cui tre più grandi di lui e uno più piccolo. I suoi genitori si sono ritrovati senza lavoro e al momento neanche Khaby ha un lavoro, sebbene adesso dovrebbero essere arrivati i primi guadagni dai suoi video.

Durante il lockdown, a marzo 2020, Khaby ha creato la sua pagina, raggiungendo nei primi mesi il primo mezzo milione di fan. Dal 2021, è cresciuto sempre più, superando sul social cinese anche il re dei balletti Gianluca Vacchi.

Perché Khaby Lame piace a tutti

I video di Khaby sono virali principalmente perché sono divertenti e non sono “parlati”. In genere, partono da alcuni video già famosi sul web di persone che si complicano la vita: ad esempio, sbucciando una banana col coltello.
A questo punto, Khaby, attraverso la funzione stitch di TikTok, unisce il video di riferimento e il suo video reazione (reaction video). Khaby, con un’espressione basita, procede con la sua dimostrazione: nel caso del video della banana, sbuccia il frutto con le mani e mostra il prodotto finale indicandolo. Nel chiudere il video scuote la testa pensando a quanto siano stupide queste persone (probabilmente).

Poiché Khaby non pronuncia alcuna parola all’interno dei suoi video, questi possono essere visti, compresi, apprezzati e condivisi da persone provenienti da tutto il mondo. E soprattutto, coprendo un’ampissima fascia d’età. Insomma, Khaby rappresenta un tipo di comicità che diverte sia il bambino di dieci anni- perché sì, i bambini di dieci anni hanno TikTok- che il novantenne alle prese con la tecnologia.

Persino i vip sono suoi grandissimi fan: a partire da McKennie, che lo ha invitato a casa sua per fare un video insieme, a Koulibaly (giocatore del Napoli e senegalese come Khaby) che gli ha inviato la sua maglietta.

In bocca al lupo Khaby!

Non sappiamo quanto durerà questo successo: quello che sappiamo è che al momento rappresenta una speranza per i giovani, per coloro che vogliono migliorare la propria vita e quella degli altri.

Non ci resta che dire: “In bocca al lupo Khaby!”.

PhotoCredit: @khaby00

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.