La dog therapy può alleviare il dolore nei malati?

dog therapy

Uno studio canadese ha dimostrato che il contatto con un cane socievole e affettuoso, può alleviare la percezione del dolore nei malati

Diversi studi, nel corso degli anni, hanno confermato che interagire con un cane può ridurre i livelli di stress ed ansia. Proprio per questo esiste la dog therapy. Alla luce di questi studi, Ben Carey dell’Università del Saskatchewan, in Canada, assieme a un team di altri 21 ricercatori, si è chiesto se il contatto e il parlare con un cane socievole e collaborante avesse degli effetti tanto profondi da ridurre la percezione del dolore nelle persone.

Il dottor Stanley Coren, professore di psicologia presso l’University of British Columbia, ha riportato, a supporto di questa tesi, degli aneddoti. Ad esempio, una ragazza, si è ritrovata in ospedale a seguito di un incidente d’auto che le ha rotto alcune costole. Al professore ha raccontato:

Ero stesa lì, tutta bendata e con la gamba ingessata, e sentivo dolore ad ogni respiro che facevo. Tutto ciò a cui riuscivo a pensare era il dolore che stavo provando. Poi portarono un cane da terapia, un dolcissimo golden retriever. Mi leccò la mano, io l’accarezzai e parlai un po’ con lei, poi dovette andare via. Pensai tra me e me che quel piccolo momento col cane era stato il primo momento, a tre giorni dall’incidente, che non aveva fatto male così tanto da pervadere i miei pensieri. Con molta sorpresa notai che il sollievo dal dolore durò almeno un’ora da quando il cane se n’era andato.”

L’esperienza del dolore nel Pronto Soccorso

Il dolore non è soltanto un’esperienza emotiva, ma anche sensoriale: un’esperienza estremamente spiacevole. Circa l’80% delle persone che arrivano in pronto soccorso, secondo diversi studi, è perché cercano sollievo dalla sofferenza.

Inoltre, le attese in pronto soccorso sono spesso lunghe, dunque il dolore non viene gestito adeguatamente. L’ansia derivante da queste lunghe attese non fa altro che accrescere la percezione del dolore del paziente.

In realtà, è proprio l’ambiente del pronto soccorso che contribuisce a non alleviare il dolore del paziente. Sono presenti diversi stressors in questo genere di ambiti, come le luci e i rumori molto forti. Alcuni studi hanno ipotizzato addirittura che questi stressors possono rallentare il processo di guarigione e prolungare i sintomi del paziente.

La dog therapy può fare la differenza nella gestione del dolore nei pazienti

Il team di ricercatori, per lo studio, ha scelto il Royal University Hospital Emergency Department, il quale ha un programma di dog therapy in collaborazione con la St. John Ambulance.

Rispetto ad altri studi simili, questo è stato molto più ampio: 97 persone facevano parte del gruppo che riceveva la visita del cane da terapia, mentre 101 persone facevano parte del gruppo di controllo che non riceveva la visita del cane. I risultati sono stati abbastanza chiari: rispetto al gruppo di controllo, coloro che ricevevano la visita del cane avevano delle riduzioni statisticamente significative (anche se modeste) dei loro livelli di ansia e depressione e una crescita del senso di benessere.

La scoperta più importante è stata la decrescita della percezione del dolore sperimentata dai pazienti che avevano interagito coi cani da terapia. Di questi pazienti, il 43% aveva riportato un’importante riduzione del dolore e l’altro 17% aveva mostrato una bassa riduzione dei loro livelli di sofferenza. Questo significa che l’intervento aveva ridotto l’accrescere del dolore in più della metà dei pazienti che usufruiscono di questa terapia.

Non si conoscono ancora le cause di questo effetto sul dolore

Non è ancora ben nota la causa principale della riduzione del dolore, anche se è risaputo che accarezzare un cane socievole, può ridurre i livelli di cortisolo nel sangue (il cosiddetto ormone dello stress). In più, accresce i livelli di ossitocina ( l’ormone associato alle emozioni positive). L’alterazione di entrambi gli ormoni nel sangue, potrebbe aiutare a ridurre la percezione del dolore.

C’è anche un’altra spiegazione più semplice ipotizzata che può contribuire a questo effetto, chiamata distrazione. In poche parole, più si pensa a quanto faccia male, più fa male: dunque è possibile che stare con il cane da terapia può spostare l’attenzione da quelle parti del corpo che fanno male e, almeno per un po’, il dolore diventa più tollerabile.