La valanga Azzurra! NAPOLI – FIORENTINA 6-0

5′ e 72′(R) Insigne, 36′ Demme, 38′ Lozano, 45′ Zielinski, 89′ Politano

Giornata cupa e pioggia incessante allo Stadio DIEGO ARMANDO MARADONA. Entrambe le squadre sono reduci dalla Coppa Italia: il Napoli ha superato 3-2 l’Empoli, mentre la Fiorentina è uscita dopo il 2-1 all’ultimo minuto dei supplementari contro l’Inter. 
Il Napoli ha vinto tutte le ultime sei gare disputate alle 12.30 in campionato.

Torna dal 1′ Koulibaly, che già aveva giocato 90′ in Coppa Italia; presente anche Manolas, che ha superato i problemi muscolari accusati nell’ultima giornata di campionato. Non c’è Di Lorenzo, squalificato. Terzini: Hysaj e Mario Rui. In mezzo manca Fabian Ruiz, risultato positivo al Covid: lo sostituisce Demme, accanto a Bakayoko. Mertens torna a disposizione, ma è solo in panchina. Lozano, Zielinski e Insigne dietro a Petagna.

Risolti i dubbi della vigilia per Prandelli: in difesa c’è German Pezzella. In mezzo la spunta Castrovilli con Amrabat. Venuti sulla destra e Biraghi sulla fascia opposta.
In attacco è tridente: torna Ribery con il grande ex Callejon, alle spalle di Vlahovic

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Hysaj, Manolas (79′ Rrahmani), Koulibaly, Mario Rui; Demme, Bakayoko; Lozano (62′ Politano), Zielinski (73′ Elmas), Insigne (79′ Cioffi); Petagna (73′ Mertens). 
All. Gattuso

FIORENTINA (3-4-2-1): Dragowski; Igor, Milenkovic (85′ Martinez Quarta), Ger. Pezzella; Venuti, Amrabat (85′ Borja Valero), Castrovilli (74′ Pulgar), Biraghi; Callejon (74′ Bonaventura), Ribery (46′ Kouamé); Vlahovic. 
All. Prandelli

Ammoniti: Insigne (N)

Nel pre-partita: foto ricordo per il grande, amatissimo Jose’ Maria Callejon.

Primo tempo: comincia Napoli-Fiorentina

2′  Parte subito la Fiorentina con Vlahovic: su assist di Biraghi, colpisce di testa da centro area, ma la palla esce di molto sulla destra.
5′Risponde il Napoli. Cross basso di Lozano dalla destra, Petagna aggancia, spalle alla porta, poi scarica il pallone arretrato per Insigne. Destro piazzato all’altezza del dischetto e reteINSIGNE! 1-0.
9′ – Il Napoli ancora pericoloso: Lozano è lanciato in porta, però c’è Pezzella a fermarlo in area. 
16′  Gioco fermo per qualche minuto: prima per Amrabat che perdeva sangue dal naso a causa di un colpo involontario. Poi a terra Ospina e Manolas che si sono scontrati tra di loro in un contrasto aereo. 

23′ Occasione viola: destro di Biraghi dal centro sinistra, ma una deviazione di Demme manda il suo tiro sulla traversa. 
27′ La Fiorentina ci riprova: tiro rimpallato di Vlahovic in area, poi palla a Ribery che calcia da ottima posizione al centro. Ospina, bravissimo, la para in tuffo
32′ Continua il pressing viola: Ribery guida l’azione e allarga per Biraghi sulla sinistra, questi prova il tiro in diagonale basso, però la palla esce di pochissimo.
36′ Dopo tre nette occasioni da gol per la Fiorentina, riparte la valanga azzurra: assist di Petagna dalla sinistra, Demme arriva a rimorchio in area e segna. DEMME! 2-0.
38′ Napoli in gran giornata: giocata magica di Insigne, che porta palla sulla sinistra e supera tre avversari, poi si accentra e sforna un super assist per Lozano. Il messicano, in fuga sulla destra dell’area, non si fa trovare impreparato e batte DragowskiLOZANO! 3-0.

45′ E’ il Napoli cinico che vuole Gattuso. Scambio Mario Rui-Demme, con passaggio di tacco del tedesco. Rui libera Zielinski che prova il tiro dal limite, destro basso e incrociato ed è goalZIELINSKI! 4-0.
Fine Primo Tempo: Napoli scatenato, Fiorentina in affanno.

Secondo Tempo

46′ Si riparte con un cambio nella Fiorentina: Kouamé per Ribery
50′  Giallo per simulazione a Insigne. Dribbling in area su Milenkovic, Insigne va giù. Per l’arbitro non è rigore ed è giallo per il capitano del Napoli.
55′ – Il Napoli gestisce la partita e non concede molto alla Fiorentina che, comunque, non non si vuole arrendere: ci prova Vlahovic in area che colpisce la palla da sotto e riesce a superare Ospina in uscita, ma interviene Koulibaly che salva in scivolata sulla linea.
62′ Gattuso effettua un cambio: Politano per Lozano. 

70′ Castrovilli stende Bakayoko in area. Rigore per il Napoli.
72′ Il capitano del Napoli sulla palla. Destro angolato e goal. INSIGNE! 5-0.
74′ –  Cambi per entrambe le squadre. Per gli azzurri torna in campo Mertens (dopo 1 mese di assenza), esce Petagna. Entra Elmas per Zielinski. Nella Fiorentina: dentro Bonaventura e Pulgar per Callejon e Castrovilli.
79′ Gattuso sceglie di far riposare Insigne e lo sostituisce con l’esordiente Antonio Cioffi, classe 2002. Esce anche Manolas ed entra Rrahmani.
85′ Prandelli effettua gli ultimi cambi: Borja Valero e Martinez Quarta per Amrabat e Milenkovic
89′ I partenopei non mollano e ripartono con un contropiede che diventa un’occasione d’oro: su assist di Bakayoko, Politano prova col sinistro da fuori area: palla indirizzata nell’angolino in basso a destra e rete! POLITANO! 6-0.
90′ Finisce senza recupero. 6-0 del Napoli sulla Fiorentina.

La Fiorentina ci ha provato, ma non è riuscita a tenere testa allo straripante Napoli

Prandelli ha chiesto scusa ai tifosi per la pesante sconfitta.Travolgenti, devastanti e convincenti, gli azzurri. Mister Gattuso, che ha urlato indicazioni per tutto l’incontro, è riuscito ad infondere coraggio, grinta e determinazione ai suoi ragazzi. Nel post-partita è apparso visibilmente compiaciuto ed ha speso parole d’encomio per la squadra.

Anche Lorenzo Insigne ha mostrato grande soddisfazione sia per il risultato che per la prova.
Resta la preoccupazione per Andrea Petagna, autore di due preziosi assist che, di fatto, hanno squarciato la partita, e che è uscito dal campo zoppicando per un problema ad un polpaccio e ha raggiunto lo spogliatoio sorretto da un membro dello staff medico.
Gattuso aggancia la Roma al terzo posto scavalcando momentaneamente la Juve, avversario in Supercoppa mercoledì 20 Gennaio, al MAPEI Stadium.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.