‘Lo Sgarrupato’ l’associazione che tutto aggiusta

Associazione Lo Sgarrupato

Dalla lotta contro chiusura di alcuni reparti del Vecchio Pellegrini è nata un’esperienza collettiva nel cuore della città

Tra le realtà associative del napoletano spicca sul territorio la presenza fattiva e concreta de ‘Lo Sgarrupato’, un appellativo particolare che però è tutt’altro che cadente ma ben saldo nei suoi valori e combattivo per le numerose battaglie che affronta quotidianamente.

Primaria importanza assume la presenza di tanti attivisti e attiviste che cercano di aiutare i più bisognosi, dalla parte dei più deboli, dando voce alle esigenze dei cittadini attraverso appelli alla politica e alle istituzioni. Un’associazione vicina alla gente e per la gente, sulla quale possono contare migliaia di persone dei Quartieri Spagnoli e non solo.

La società civile di Napoli è una rete fondamentale per la città

A Napoli le realtà associative sono un punto di riferimento, vicine a chi vede la politica troppo distante e si sente abbandonato dalle istituzioni. Stiamo parlando di bambini mandati al doposcuola il pomeriggio, oppure, di madri vittime di violenza domestica spesso inascoltate dalle autorità. Quest’associazione cerca di colmare tanti vuoti e lavora su progettualità che rendono la città di Napoli meno dispersiva e più a misura d’uomo.

È la distanza che rende le persone sole, travolte in momenti di solitudine e, in mancanza delle istituzioni, solo la società civile può essere d’aiuto in una città così particolare, con disuguaglianze sociali ed economiche e solo la presenza permanente dell’associazionismo restituisce una dignitosa identità.

L’attivismo alla base della progettualità

Lo spirito delle attiviste e degli attivisti di questa associazione si percepisce dalle iniziative che progettano e portano avanti con tenacia, casa per casa ad ascoltare le problematiche altrui e una sede sempre attiva, sempre aperta a qualsiasi opportunità che possa rendere anche un vicoletto di Napoli ancor più sorridente del solito perché vissuto da persone che ben sanno che se occorre una mano c’è ‘Lo Sgarrupato’ che tutto aggiusta.

‘Lo Sgarrupato’, da quale esigenza nasce e perché?

“Lo Sgarrupato nasce per combattere la chiusura di alcuni reparti dell’ospedale Vecchio Pellegrini, esattamente quelli di ortopedia e oculistica, da questa battaglia si generò l’esigenza di creare uno spazio per la collettività, giovani, donne, anziani, del quartiere Montesanto”.

Di cosa si occupa l’associazione ‘Lo Sgarrupato’?

“Si occupa di diritto all’infanzia, diritto ad avere una casa, organizza in questo periodo laboratori di Carnevale. Ha uno spazio di socialità per anziani, lavora in sinergia con Spartak San Gennaro, scuola di calcio popolare ed è parte integrante di tante altre attività. Ovviamente sono tutte gratuite e soprattutto c’è la militanza di attiviste e attivisti di zona e non che si rendono reperibili e disponibili per chiunque ne avesse bisogno”.

Quali sono le battaglie che più avete a cuore?

“Le battaglie che più abbiamo a cuore  sono tante, tutte. Nascono per rivendicare i diritti che sono al centro del nostro agire politico e soprattutto sociale perché il terzo settore è sempre quello che ha bisogno di più sostegno morale e noi siamo stati e saremo sempre pronti a colmare i vuoti lasciati da uno Stato assente”.

Un episodio che l’associazione ‘Lo Sgarrupato’ non dimenticherà mai?

“L’episodio più bello è stato il giorno dell’ apertura quando un gruppo di anziani del quartiere si sono presentati la mattina e hanno fatto parte del nostro collettivo così in maniera spontanea, ancora oggi sono parte determinante di questo processo di collettività”.

Raccontatemi di una persona che avete sostenuto in un momento di difficoltà e che ora ha cambiato vita

“Ci sono tante persone che abbiamo aiutato e che ora sono in condizione di avere un tetto sulla testa. Tante donne vittime di violenza domestica, che avevano solo bisogno di essere ascoltate e guidate ma  soprattutto  supportate. Ci siamo messi in prima linea durante la pandemia, sostenendo tantissime famiglie con generi di prima necessità ma soprattutto supporto psicologico. Abbiamo sempre dato voce agli ultimi e lo continueremo a fare. Insieme allo spazio Damm e Spartak San Gennaro siamo un grande punto di riferimento per tante persone di questa città”.

Print Friendly, PDF & Email
Ambasciator