Lombardia, nasce Digiteca: piattaforma per la valorizzazione documenti digitali

digiteca-lombardia

Sarà presentato oggi a partire dalle 15.30, Digiteca, il progetto di Valorizzazione di documenti digitali di biblioteche e archivi lombardi

Prende il via oggi, dalle 15.30 alle 17.30, Digiteca, la piattaforma digitale nata dal progetto Valorizzazione di documenti digitali di biblioteche e archivi lombardi attraverso lo sviluppo di competenze per la costruzione di nuovi percorsi didattici, voluto dalla Direzione Generale Autonomia e Cultura di Regione Lombardia, finanziato dal Fondo POR FSE 2014-2020 e sviluppato con il supporto di Formez PA e Aria S.p.A.

La piattaforma e il progetto saranno presentati, nel corso dell’evento “La cultura crea cultura” in diretta streaming all’indirizzo https://go.dotslot.eu/digiteca-live.

Digiteca si prefigge l’obiettivo di valorizzare e rendere fruibile il patrimonio di risorse digitalizzate lombarde, attraverso lo sviluppo di competenze necessarie alla costruzione di nuovi percorsi didattici e formativi a sostegno di docenti e studenti delle scuole superiori, incluso l’empowerment del personale delle scuole secondarie in Lombardia. È la porta che permetterà, agli studenti e agli insegnanti delle scuole superiori lombarde, ai ricercatori e ai cittadini, di accedere ai documenti della Biblioteca Digitale Lombarda (BDL) e dell’Archivio Etnografia e Storia Sociale (AESS), che contano un totale di oltre 6 milioni di file, fra audio, immagini, audiovisivi, biblioteca e REIL (Registro delle Eredità Immateriali Lombarde).

Gli studenti potranno così svolgere ricerche e creare mappe concettuali assegnate dai docenti che poi, una volta concluse, potranno essere reinserite nella piattaforma stessa, in un sistema di circolarità e messa a disposizione di materiale culturale, basato sulla documentazione storica e attuale certa e affidabile. Ne potrà scaturire, inoltre, anche l’inclusione digitale per superare il gap fra la popolazione che più facilmente accede alle risorse digitali rispetto a quei cittadini che incontrano ancora problematicità in tali attività.