Louis Vuitton, presentato lo smartwatch da 3.300 dollari

louis vuitton-smartwatch

In chiusura del Consumer Electronic Show di Las Vegas, la fiera hi-tech per antonomasia, Louis Vuitton ha svelato il suo nuovo smartwatch

Louis Vuitton il marchio di moda, guidato da Bernard Arnault, terzo uomo più ricco al mondo e proprietario del gruppo LVMH, non è nuovo alla realizzazione di dispositivi hi-tech.

A oltre quattro anni di distanza dal precedente Tambour Horizon V2, la maison lancia Tambour Horizon Light Up, un orologio connesso non per tutti, visto il prezzo di 3.300 dollari. La sua particolarità è nel design e nei materiali di costruzione: la cassa è interamente realizzata in acciaio inossidabile, con il vetro zaffiro che protegge il display da 1,2 pollici. Intorno al quadrante, 24 piccoli led si accendono all’arrivo delle notifiche, provenienti dallo smartphone connesso.

A bordo non c’è Android Wear, la principale piattaforma su cui si basa la maggior parte degli smartwatch odierni, compresi i Samsung Galaxy Watch4 che hanno abbandonato Tizen a favore del sistema operativo di Google, ma un software proprietario. Limitate le funzionalità per il monitoraggio della salute, circoscritte al conteggio dei passi e al battito cardiaco. Louis Vuitton ha lavorato non solo sulla parte estetica dell’orologio ma anche su quella software, con l’obiettivo di renderla unica.

Nasce così l’app “Il mio viaggio”, che integra le guide esclusive di alcune delle più famose città al mondo, curate direttamente dal marchio francese. La versione base, con 1 gb di memoria ram e 8 gb di spazio di archiviazione, parte da 3.300 dollari, che diventano 3.600 dollari se si sceglie la variante di colore “matte black” o “matte brown”. 

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.