Napoli Femminile Juventus Women 1-2. Vittoria bianconera sofferta

Prima storica tra Napoli e Juventus al Femminile. Lutto al braccio per entrambe le compagini in memoria di “Re Diego Armando Maradona

Un minuto di silenzio allo Stadio Caduti di Brema prima dell’inizio del match in memoria del campione argentino, in ricordo del quale è stato esposto uno striscione. La sua maglia, simbolicamente, è stata avvolta al pallone riposto nel cerchio del centrocampo. Sessanta secondi dovuti di grandissima e inevitabile emozione. Tutto pronto per il match valido per la nona giornata della Serie A Femminile, la gara sarà diretta dall’arbitro Francesco Cosso della sezione di Reggio Calabria.

La sintesi del match

Il Napoli Femminile inizia la gara con il piglio giusto. Grinta, agonismo e soprattutto giocate di alto livello. Le “Tartarughine” si mostrano superiori alla capolista concedendo pochissimo alle due centravanti avversarie. Al minuto 37’ le azzurre, con un gran tiro da fuori area della numero 23 Sara Huchet, passano meritatamente, in vantaggio.

Un primo tempo caratterizzato da numerose azioni in porta da parte del Napoli anche se molte non andate a buon fine, merito del portiere Bacic che ha ben difeso la propria porta.

Inizia il secondo tempo ma sembra vedere un’altra partita. In campo c’è solo la Juventus che, al 60’ minuto, trova il pareggio grazie ad un disimpegno maldestro della Huynh che in piena area non riesce a spazzare il pallone: la sfera viene raccolta da Maria Alves che non fa fatica a spingere in rete. 

Nel finale di partita, il Napoli Femminile, stremato dalla supremazia delle avversarie, subisce la beffa. Contatto in area, sinceramente di gioco, la Hurtig va giù e l’arbitro fischia il rigore. Dal dischetto la Girelli non sbaglia, intuisce solo Mainguy.   Finisce 1 a 2, ma nel secondo tempo la gara è stata spezzettata, molte ammonizioni e, a mio parere, mal arbitrata dal fischietto di Reggio Calabria. Una Juventus Women tutt’altro che brillante strappa tre punti d’oro in casa del Napoli e mantiene tre punti di vantaggio in classifica sul Milan.