Mai una gioia…! ATALANTA – NAPOLI 3-1

10′ Zapata (A), 16′ e 78′ Pessina (A), 53′ Lozano (N)

In palio la qualificazione alla finalissima del 19 maggio per giocarsi il trofeo contro la Juventus, vittoriosa sull’Inter. Si riparte dallo 0-0 dell’andata allo Stadio DIEGO ARMANDO MARADONA.

Gattuso schiera dal 1′ Osimhen che compone il tridente d’attacco con Insigne e Lozano. In difesa gioca Rrahmani.
Ancora assenze importanti nel Napoli.
Dries Mertens rimarrà ad Anversa per i prossimi 7-10 giorni per continuare il percorso riabilitativo e sottoporsi a ulteriori trattamenti alla caviglia sinistra infortunata.
Kostas Manolas, uscito al 69’ durante l’ultima sfida persa in casa del Genoa, ha subìto una distorsione di secondo grado della caviglia destra con interessamento di un legamento.

Gasperini perde Maehle e schiera Sutalo a destra. Pessina dietro la coppia Zapata-Muriel.
Umberto Marino, Direttore Generale dell’Atalanta, nel pre-partita: “Sono gare importanti queste che entrano nella storia dei club, abbiamo il desiderio di riuscire a superare quest’ultimo ostacolo“.

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino (72′ Caldara), Djimsiti; Sutalo, De Roon, Freuler, Gosens; Pessina (91′ Pasalic); Muriel (56′ Ilicic), Zapata. 
All. Gasperini

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Maksimovic, Hysaj (42′ Mario Rui); Elmas (46′ Politano), Bakayoko (64′ Demme), Zielinski (64′ Lobotka); Lozano, Osimhen (79′ Petagna), Insigne. 
All. Gattuso

Ammoniti: Palomino, Hysaj, Zielinski, Insigne, Di Lorenzo

Primo Tempo

3′ Primo squillo del Napoli: buona iniziativa da destra, la palla arriva a Insigne che controlla e prova a incrociare il destro, ma il tiro finisce fuori di poco.
6′ Risponde subito l’Atalanta con Muriel che prova a calciare dal limite dell’area, ma la sua conclusione viene murata.
7′ Ammonito Palomino per fallo su Lozano.
8′ Altro tentativo del Napoli: Insigne raccoglie una palla vagante al limite dell’area e prova la conclusione con il sinistro, palla ancora fuori di poco.
10′ L’Atalanta si muove bene da sinistra a destra, poi la palla arriva a Zapata che ha il tempo di controllare, prendere la mira e scagliare un tiro potentissimo che batte Ospina.
Atalanta in vantaggio: gol dell’ex Zapata. 1-0.

16′ Ancora la Dea che rimane alta e cerca di non farsi schiacciare: Zapata riceve un buon pallone in verticale, poi vede l’inserimento di Pessina, libero, e lo serve; il trequartista batte Ospina a distanza ravvicinata.
Raddoppia l’Atalanta: gol di Pessina. 2-0.
23′ Il Napoli non riesce a rendersi pericoloso. L’uno-due subito in pochi minuti sembra aver disarmato i partenopei.
25′ Cercano di reagire gli azzurri: è ancora Insigne che va alla conclusione dal limite dell’area, ma il tiro è troppo schiacciato e poi, deviato, finisce in angolo.
26′ Ammonito Hysaj per fallo su Pessina.
29′ Il Napoli è tornato a fare possesso palla nella metà campo dell’Atalanta.

33′Verticalizzazione per Osimhen, che, di prima, prova a mandare Lozano sul fondo, ma sbaglia la misura del passaggio.
35′ Ancora in grandissima difficoltà il Napoli che non riesce a smantellare il comparto difensivo di un’Atalanta che sembra stare meglio anche fisicamente.
37′ Forte del risultato, l’Atalanta va vicina al terzo gol: Muriel dapprima non riesce a chiudere un triangolo con Sutalo, ma poi recupera il pallone e incrocia, ma il tiro è fuori.
42′ Primo cambio per Gattuso: esce Hysaj, entra Mario Rui.
45′ Ancora un’incursione bergamasca nell’area del Napoli: dagli sviluppi di un angolo, Zapata si trova un’ottima palla sul destro, calcia, ma non è in equilibrio ed il tiro va oltre la traversa.
45′ Un minuto di recupero.  

Finisce il primo tempo con i padroni di casa in vantaggio di due reti.
Atalanta, nettamente superiore. Napoli, in una grave impasse: non trova le sue due punte; inoltre, i difensori, troppo distaccati tra di loro, lasciano grandi spazi agli avversari.

Secondo Tempo di Atalanta – Napoli

46′ Cambio nel Napoli: entra Politano, esce Elmas.
Gattuso cambia modulo con l’inserimento dell’attaccante e passa al 4-2-3-1.
50′  Il Napoli inizia la ripresa con un atteggiamento propositivo.
51′ Buona occasione per la squadra di Gattuso: palla in verticale per Lozano, che però non riesce ad arrivare sul pallone.
53′ – Azione d’attacco partenopea con palla dentro l’area per Bakayoko, la conclusione, respinta da Gollini, arriva a Lozano che riesce ad agganciare il pallone e a buttarlo in rete.
Il Napoli riapre la partita: gol di Lozano. 2-1.

56′  Gasperini corre ai ripari: esce Muriel, entra Ilicic.
57’ Giallo per Zielinski per un’entrata decisa su Sutalo.
60′Prova subito a farsi vedere il neo-entrato Ilicic, che trova Gosens al centro dell’area, ma la sua girata termina fra le braccia di Ospina.
66′ Con il Napoli leggermente sbilanciato in avanti alla ricerca del pareggio, l’Atalanta trova spazi: Ilicic, da buona posizione, calcia alto.
67′ Per i bergamaschi, Ilicic potrebbe essere l’uomo decisivo in questo momento di difficoltà: lo sloveno riceve ancora tra le linee e calcia da fuori, Ospina la manda in angolo.
69′ Prova ancora a spingere l’Atalanta: questa volta è Pessina a impegnare Ospina che fa una gran parata, deviando ancora una volta in angolo. Tre occasioni per la Dea in meno di 4 minuti.

72′ Altro cambio nelle file nerazzurre: esce Palomino, entra Caldara.
75′ Occasionissima per gli azzurri: palla messa in mezzo da Politano, gran taglio di Osimhen che apre il piattone, ma trova un grande Gollini a sbarrargli la strada.
78′ – Avanti i bergamaschi: passaggio filtrante di Ilicic per Zapata che l’appoggia a Pessina, il trequartista alza il pallone col mancino e batte Ospina. Nel momento migliore del Napoli, segna l’Atalanta: doppietta di Pessina. 3-1
79′ Esce Osimhen, entra Petagna.
85′ Gattuso incredulo, spinge il Napoli al forcing finale: ci prova Mario Rui con un tiro a giro che Gollini manda in angolo.

90’ Tre minuti di recupero.
91′  Entra Pasalic, esce Pessina.
92′ Giallo a Insigne.
93’– L’arbitro fischia la fine delle ostilità. Atalanta 3 Napoli 1.

Napoli sottotono nel primo tempo. Completamente trasformato nel secondo: altro modulo, altro piglio e grande reazione. Il tecnico partenopeo chiede l’attacco della profondità. Ne consegue la rete illusoria degli azzurri. Infine, la doccia fredda del terzo gol atalantino nel momento migliore degli uomini di Gattuso.
Notte amara per il Napoli. Finisce qui il sogno della finale di Coppa Italia.

Prossimo appuntamento con la Serie A: sabato 13 febbraio 2021 per il big match Napoli – Juventus.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.