Malcolm&Marie: un romantico ossimoro

Malcolm&Marie

Malcolm&Marie: una storia d’amore hollywoodiana dolceamara. Dal 5 febbraio su Netflix

Una celebrità annoiata nel pieno del primo lockdown, improvvisamente, tra uno scrolling su Instagram e un sorso di vino francese in una splendida casa di Los Angeles, ha l’idea per un nuovo e inaspettato film. Decide di chiamare il suo amico-regista con cui entusiasta, nell’arco di qualche mese e nonostante la pandemia, parte il primo *ciak*.

Non è una semplice fantasia, è la premessa di questo film nato da un’improvvisa idea della stessa protagonista. Malcolm&Marie è il nuovo dramma romantico originale Netflix con alla regia Sam Levinson (Euphoria) e in scena solo due straordinari attori, John David Washington (Tenet) e Zendaya. Dalla durata di 1h 46m, il film sarà disponibile dal 5 febbraio 2021.

Una semplice trama…

Lei è affascinante, ambiziosa, psicotica, fragile e con un passato difficile. Lui è carismatico, intelligente, un tantino megalomane ed egocentrico, con una grande passione per il cinema quanto per le donne complicate. Due personalità instabili che si ritrovano travolti in una storia d’amore dolceamara e disfunzionale.

La trama è semplicissima: Malcolm è un giovane regista di successo che ritorna a casa nella villa a Malibu con la sua compagna Marie, dopo il trionfo della premiere del suo nuovo film drammatico, Imani. Credendo di poter festeggiare del successo con la sua donna, finisce invece incastrato in un lungo ed estenuante litigio che metterà in discussione la loro complicata storia d’amore.

“Non ho bisogno di te. Ma ti amo.

C’è qualcuno a questo mondo che ti ama e basta.”

Malcom
MALCOLM & MARIE (L-R): JOHN DAVID WASHINGTON as MALCOLM, ZENDAYA as MARIE. DOMINIC MILLER/NETFLIX © 2021

… dai dialoghi violenti

Ma più che sulla storia di per sé, questo film si basa sui suoi lunghi e violenti dialoghi. Appena solcata la soglia di casa, si aprono le danze ad un flusso di coscienza che balleranno in due fino la fine. Dialoghi così impregnati di frustrazione, odio e amore che al pubblico non sarà permesso neppure un attimo di distrazione. Tutto ciò cadenzato da attimi di quiete che, come delle brevi pause, preparano al round successivo dei due amanti.

“E mentre io lavoro a qualcosa, mentre creo qualcosa,

tu, da una parte, cerchi di giustificare la tua maledetta esistenza.”

Malcom

Silenzi, offese, baci, grida, sguardi e crude verità. A mano a mano che lo spettatore si addentra nella loro relazione si renderà conto di non trovarsi davanti un semplice litigio di coppia causato da un attimo di dimenticanza di Malcolm, ma molto di più. È la storia di una dipendenza affettiva che quando tutto dà, tutto toglie.

MALCOLM & MARIE (L-R): JOHN DAVID WASHINGTON as MALCOLM, ZENDAYA as MARIE. DOMINIC MILLER/NETFLIX © 2021.

Un romantico ossimoro in bianco e nero

Malcolm&Marie è dunque un coinvolgente dramma romantico in bianco e nero, e quest’ultimo dettaglio è probabilmente la prima chiave di lettura che ci viene data. Non è un film vintage, è un film senza sfumature. Bianco e nero come il perenne dualismo che pervade l’opera, il dualismo di due corpi che non riescono mai a fondersi completamente. Bianco e nero come Malcolm e Marie, come le loro opposte vite e i loro opposti modi di amare. Bianco e nero è anche il soliloquio di Malcolm riguardo la Hollywood razzista.

“La cosa interessante è che si vedeva che siccome sono nero e sono il regista e avendo scelto una protagonista nera, stava già cercando di inquadrarmi in una prospettiva politica. Ma in realtà è un film su una ragazza che vuole disintossicarsi. Non è un film sull’etnia. Parla di vergogna, di colpa.” – “Non tutto quello che faccio è politico perché sono nero.”

Malcom
MALCOLM & MARIE (L-R): ZENDAYA as MARIE, JOHN DAVID WASHINGTON as MALCOLM. DOMINIC MILLER/NETFLIX © 2021

In conclusione, l’accoppiata Washington-Zendaya sullo schermo, e ancor più quella Zendaya-Levinson dietro la cinepresa, funzionano egregiamente. Anche l’uso della fotografia e della colonna sonora non sono lasciate al caso: tutto è astutamente studiato per accompagnare il pubblico, nell’avventura di una notte, tra i pensieri e gli stati d’animo dei protagonisti. Nonostante qualche buco di trama, probabilmente voluto, Malcolm&Marie entra a mani basse nella lista dei migliori prodotti Netflix di questo 2021.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.