Russia, Meta blocca 1.600 account di propaganda

meta-russia

Oltre 1.600 account Facebook falsi sono stati bloccati da Meta per aver diffuso propaganda russa in Germania, Italia, Francia, Regno Unito e Ucraina

Meta, la compagnia di proprietà di Mark Zuckerberg, ha annunciato di aver bloccato oltre 1.600 account Facebook falsi, rei di aver diffuso propaganda russa in Germania, Italia, Francia, Regno Unito e Ucraina.

La compagnia proprietaria di Facebook e Instagram, ha anche affermato di aver identificato e disabilitato il network di fake news prima che potesse raggiungere un vasto pubblico.

L’operazione ha coinvolto più di 60 siti copia di alcuni tra i più prestigiosi quotidiani occidentali, tra cui il britannico Guardian e il tedesco Der Spiegel. Tuttavia, una volta cliccato sul sito l’utente veniva mandato su notizie di propaganda russa e disinformazione sull’Ucraina.

I ricercatori di Meta hanno anche identificato e smantellato una rete molto più piccola di fake news dalla Cina e ha tentato di diffondere contenuti politici negli Stati Uniti. L’operazione ha raggiunto solo un pubblico americano molto limitato, con alcuni post che sono stati visualizzati da una sola persona. Tuttavia, la compagnia sottolinea che si trattava del primo network di Pechino che ha preso di mira gli americani con messaggi politici in vista delle elezioni di medio termine.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.

Ambasciator