Napoli Basket sconfitta a Forlì e primato sfumato

Seconda sconfitta per il Napoli Basket che cade a Forlì 89-80, nonostante i 24 di capitan Monaldi 

È arrivata la seconda sconfitta stagionale per il Napoli Basket dopo lo stop della trasferta di Ferrara. Stavolta è arrivato il ko contro la capolista del girone Rosso del campionato di Serie A2, Forlì dell’ex Roderick.

Vittoria meritata dopo 40’ combattuti che hanno visto gli ospiti partire meglio, poi la reazione dei locali che hanno rimesso in piedi una partita contraddistinta da strappi da una parte e dall’altra. 

Gli gli azzurri nella seconda parte di gara sono apparsi stanchi dopo gli sforzi delle gare con Scafati e Chieti in una settimana piena di impegni, al contrario dei locali che non hanno giocato in settimana.

La squadra di Patron Grassi ha avuto a disposizione solo 15’ Josh Mayo, che ha chiuso con soli 4 punti. Da segnalare i 24 punti di un super capitan Monaldi, miglior realizzatore dei suoi.

Per Forlì, che mantiene la vetta solitaria, 5 uomini in doppia cifra ( 19 Bruttini e Rush, 17 Giacchetti, 12 Roderick e 11 Landi).

La partita

Il primo canestro della gara è di Forlì con Landi. Napoli parte alla grande con 3 triple consecutive che fanno 11-2 per i partenopei al 4’ con Monaldi, Parks e Lombardi, con Dell’Agnello costretto a chiedere il primo timeout.

Quando si riparte l’allenatore forlivese si gioca la carta Bruttini per rimettere in piedi la gara e, con 8 punti in fila, porta avanti i suoi sul 14-13 all’8’. Risponde Sandri, ma Forlì allunga sul +4 (22-18) che diventa 22-20 al 10’. Ricomincia alla grande il veterano Giacchetti che dà il + 5 ai suoi con 5 consecutivi.

L’ex Roderick, sottotono, commette il suo terzo fallo ed è costretto ad uscire, ma è lì che la squadra locale dimostra grande compattezza e tocca il +11 con il canestro di Rush.

Grande reazione dei campani che alzano l’intensità in difesa e si affidano alle giocate di capitan Monaldi per tornare sotto nel punteggio trovando addirittura il vantaggio al 19’. Il canestro di Iannuzzi manda le squadre sul 44-44 all’intervallo

Il secondo tempo

Ad inizio ripresa 5-0 ospite con Lombardi e ancora il numero 7. (44-49). Rientra Roderick che mette dentro la prima tripla della sua gara. Iannuzzi commette il suo 3º fallo e al 26’ il 34 romagnolo porta avanti i suoi dopo la tripla di Landi (59-55) al 26’. Risponde Marini, poi le difese hanno la meglio per alcuni minuti fino a quando Rush realizza il +3.

Con gli azzurri in bonus, Giacchetti e ancora Rush firmano il +7 al 29’ (67-60)  e timeout Sacripanti. Al 30’ Forlì è avanti 69-62. Mayo esce per un fastidio al ginocchio, ma quando si ricomincia la coppia Sandri-Marini firma il -3 in poco più di 90” (69-66) che diventa sorpasso con Uglietti e Monaldi (69-71 al 33’).

Roderick è costretto nuovamente ad uscire per i 4 falli sul groppone e Giacchetti firma la parità. Dopo il canestro di Parks è ancora Bruttini a regalare il nuovo vantaggio sul 76- 73. Serie di botta e risposta tra le due squadre poi Bolpin scrive +5 al 37’ e timeout di Sacripanti. Si ricomincia e Giacchetti chiude virtualmente le ostilità sul 83-75.

Finisce 89-80 con Napoli chiamata a reagire già domenica prossima, quando al PalaBarbuto arriverà Rieti.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.