Napoli Femminile – Empoli 3-3

Un punto d’oro in chiave salvezza che lascia l’amaro in bocca

Allo stadio Caduti di Brema il Napoli Femminile incontra l’Empoli che, dopo la grande prestazione di Milano, affronta un’altra trasferta. Una sfida importantissima per le Tartarughine Azzurre, in piena sfida salvezza, che dovranno fare a meno di Chatzinikolaou, Perez e Popadinova.

Mister Pistolesi aspetta di rivedere tanti vecchi amici avendo guidato la formazione toscana per tantissimi anni, fino alla passata stagione. Sarà quindi bellissimo per il mister ritrovare l’Empoli e le ragazze con cui aveva instaurato rapporti speciali, ma  per 90′ minuti l’idillio sarà placato da una sana competizione.

Per Spugna,  tecnico dell’Empoli, la partita sarà una grande opportunità di crescita, con la consapevolezza di affrontare una squadra che non molla mai. Nella gara di andata, il Napoli, riuscì a tenere viva la partita fino alla fine.

Spugna e Pistolesi optano entrambi per il modulo 4-3-3. La gara è diretta dall’arbitro Simone Taricone della sezione di Perugia.

Napoli Femminile – Empoli: cronaca del match

Primo tempo emozionante e divertente, con l’Empoli in grado di abbracciare bene il match. Nel giro di cinque minuti, prima Prugna al 7′ minuto, poi Benedetta Glionna al 12′, portano la squadra ospite in vantaggio di due gol. Un avvio da incubo per le napoletane, stordite e confuse dal nervosismo iniziale, con l’Empoli che ha in mano la partita.

Al 30′ il gol di Cafferata sblocca la situazione. Mister Pistolesi legge bene la partita, sostituisce l’Oliviero per Di Marino e cambia modulo, 3-5-2. Il Napoli ha ripreso la partita in mano e dopo cinque minuti trova il pareggio su calcio di rigore trasformato dalla Huchet.

Secondo tempo tutto da giocare per entrambe le squadre.

Subito il Napoli Femminile pericoloso al 53′ minuto con la Cameron pronta a calciare in porta, il suo tiro però termina largo oltre il secondo palo. Ancora un cambio per Mister Pistolesi, al 65′ minuto entra Beil Vivien esce Federica Cafferata.

L’Empoli subisce e quattro minuti dopo, al 69′ la Huchet, con un gran tiro, porta le Tartarughine sul 3 a 2. Le azzurre così assaporano il gusto della vittoria, le toscane però non desistono e trovano nel finale il goal di Cinotti dopo una decisione arbitrale, sinceramente, alquanto dubbia.

La squadra di Pistolesi esce dal campo con l’amaro con bocca e la delusione di una rimonta sfumata, ma con la consapevolezza di potersela giocare fino alla fine, sempre!

Il pareggio ottenuto contro l’Empoli oggi consente al Napoli Femminile di agganciare il San Marino Academy in classifica, in attesa di giocarsi lo scontro diretto, in casa, il prossimo 2 maggio.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.