Napoli Femminile – Pink Bari: 1 a 0

Prima vittoria per le “Tartarughine” Azzurre, inizia la scalata alla classifica!

Match valido per la 12° giornata di Serie A Femminile, prima partita del girone di ritorno e prima in casa per Mister Pistolesi sulla panchina del Napoli Femminile. Clima da grande partita per l’importanza del match in chiave salvezza, entrambe le formazioni sono in cerca di punti per risalire la classifica.
Novità tecnica in casa Napoli, la Goldoni schierata come mezzala, al ritorno in campo dopo l’infortunio.
Arbitra il match Maria Sole Ferrieri Caputi della sezione di Livorno.

Primo tempo di Napoli Femminile – Pink Bari

Parte con il piglio giusto la Pink Bari che detta il ritmo dei primi minuti ma, al 3’ minuto, il Napoli Femminile risponde con un buon giro palla orizzontale. Al 5’ minuto primo corner per le Tartarughine, nulla di fatto, le baresi si difendono bene.
E’ sempre il Napoli Femminile che prova a sbloccare il risultato. Ritmi alti, sostanzialmente il pareggio non serve a nessuna delle due squadre. Al 10’ minuto dalla bandierina capitan Errico direttamente in porta, ma la palla va di poco sopra la traversa.
Il Napoli imposta il gioco ripartendo dal basso il Bari fa pressing alto. Al 15’ azione pericolosa delle ragazze della Pink ma l’estremo difensore, Catalina Perez, si fa trovare pronta.

Partita viva al Caduti di Brera con continui capovolgimenti di fronte. Adesso è il Napoli Femminile a pressare alto e a mettere in difficoltà la Pink. Al 26’ la Huchet tira da fuori area ma la palla passa alta sulla traversa.
Costruisce tanto e bene il Napoli Femminile, la Hjohlman sulla sinistra che è una vera spina nel fianco della Pink, ma ci vuole più precisione sotto porta. Squadre molto aggressive nella fase di non possesso palla, evidentemente sentono l’importanza del risultato. 
Al’ 33 le bianco rosse si fanno pericolose in area azzurra, complice il vento, ma la Perez è sempre attenta. Sulla ripartenza le Tartarughine, grazie alle incursioni della Goldoni, provano a sbloccare il risultato.

Pressano le azzurre ma le baresi, sempre attente in difesa, riescono ad alleggerire. Al 39’ Pia Rijsdijk tenta di sorprendere l’estremo difensore del Bari con un tiro da lontano, nulla di fatto.  Il Napoli Femminile negli ultimi minuti del primo tempo pericolosa con la Rijsdijk, l’olandese calcia sul portiere. Occasionatissima che poteva essere sfruttata meglio.
Due minuti di recupero concessi dall’arbitro. Partita giocata al altissimi livelli agonistici da entrambe le squadre.

Secondo tempo

Al rientro in campo delle squadre inizia a piovere. Nessun cambio.
Inizia in attacco il Napoli Femminile ma senza impensierire la Pink. Il Napoli Femminile schiaccia il Bari nella sua area di rigore, ma sempre con confusione. Ci vuole più lucidità sotto porta ma, soprattutto, più precisione.
Partita intesa che vede le due squadre alla ricerca del gol, ribaltamenti di fronte improvvisi. Al 51’ sulla sponda della Goldoni la Popadinova porta in vantaggio le Tartarughine. Terzo gol consecutivo per la Popadinova.

La Pink cerca di reagire, effettua il primo cambio, entra Carravetta esce Capitanelli, dentro un attaccante fuori una centrocampista. Pink a trazione anteriore.  Si lotta su tutti i palloni, ma è sempre il Napoli Femminile a essere pericolosa con la Goldoni che al 58’ minuto sfiora il raddoppio. Ottima prestazione della numero 16 azzurra, sempre presente in ogni zona del campo.
Mister Pistolesi al 62’ risponde effettuando il primo cambio, entra Isotta Nocchi, trequartista pura, fuori la Rijsdijk. Ancora un cambio per la Pink che le tenta tutte per riacciuffare il risultato, dentro Lucia Strisciuglio esce Jenny Piro. Risponde Mister Pistolesi al 70’ fuori l’autrice del gol , Evdokia Popadinova,  dentro  Federica Cafferata.

Fasi gi gioco molto spezzettate, le due compagini hanno dato tanto e la stanchezza inizia a farsi sentire. Attente Tartarughine, la Pink non ci sta a perdere!  
All’82’ entrambe le squadre restano in dieci per la doppia espulsione della Nocchi e della Weston che, all’interno dell’area bianco rossa, se le sono date troppo!  Ultimi sei minuti di gioco, più recupero, che si giocheranno dieci contro dieci. La Pink Bari si butta a capofitto nella ricerca del pareggio, le ragazze del Napoli gestiscono bene il vantaggio, ma la stanchezza si fa sentire.
Ultimo cambio in casa Napoli, al 89’ esce la Goldoni, ormai stremata,  entra la Beil. Cinque minuti di recupero dividono le Tartarughine dalla vittoria. Calma ragazze, teniamo noi la palla!

La partita finisce con il Napoli Femminile in attacco. Primo successo per le Tartarughine e primo successo per Mister Pistolesi, che scavalcano proprio la Pink Bari in classifica e lasciano l’ultimo posto alla rincorsa del San Marino Academy.
Grande festa allo Stadio Caduti di Brema con la colonna sonora di “Oje vita, oje vita mia e con le ragazze che vanno a festeggiare sotto i balconi adiacenti lo stadio.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.