Il Napoli di Gattuso è in crisi?

Dopo quattro sconfitte e un pareggio nelle ultime nove partite, la squadra del Napoli è forse diretta verso una crisi

I precari equilibri evidenti a inizio campionato erano destinati prima o poi a rompersi. È successo nella dodicesima giornata di campionato, precisamente dalla fatidica partita Inter-Napoli. Quando la squadra era in una condizione ottimale per ottenere un risultato positivo. La partita fu molto equilibrata e la squadra di Gattuso, magari con un po’ di cattiveria in più, avrebbe portato a casa il risultato. Il capitano partenopeo in seguito al rigore, giustamente concesso, dall’arbitro Massa al 71’, fu espulso per proteste. Secondo l’arbitro, Lorenzo Insigne, avrebbe rivolto, con gestualità plateale “espressioni ingiuriose”.
Decisione brusca, ma evidentemente, necessaria, in modo da tenere in stallo il capitano per un turno. Si può parlare di un Napoli in crisi?

Gli infortuni: motivi e complici

Di sicuro la lussazione alla spalla di Osimhen, la distorsione alla caviglia di Mertens e la “forzata” assenza di Insigne, hanno decisamente alterato gli equilibri. Gattuso è stato costretto a schierare un attacco, composto da Zielinski, Lozano e Petagna. La prestazione non è stata delle migliori anzi, forse la peggiore da inizio campionato, sembrava che i giocatori non fossero nemmeno scesi in campo.

Crisi o un periodo no? La sconfitta contro la Lazio

Contro la Lazio la squadra di Gattuso, non è stata in grado di rialzarsi.
Il Napoli è apparso disorientato, molti passaggi sbagliati e tanta disattenzione e senza alcun spirito di squadra. Sebbene sia concepibile la stanchezza, date le frequenti partite, dov’è finita la squadra che voleva lottare per lo scudetto?

Napoli-Torino: una sconfitta sfiorata

Non migliore è stata la prestazione contro il Torino, ultimo in classifica. Addirittura la squadra di Gattuso ha rischiato di soccombere, acciuffando il pareggio in extremis, con una “perla” di capitan Insigne, poco prima del triplice fischio dell’arbitro Valeri.

Un anno buio, passerà la crisi?

Forse cesserà questo periodo di incertezze complice anche un anno particolare. Bisognerà soprattutto riformulare la squadra. Molto probabilmente sarà necessaria qualche mossa nel mercato di gennaio, soprattutto in difesa, che è da sempre il tallone d’Achille della squadra.

Tale crisi del Napoli porterà l’esonero di Gattuso?

I cosiddetti “rumors” riguardo l’esonero di Ringhio, sono da considerarsi solo l’ennesima Fake News, dato che quest’ultimo dall’esonero di Ancelotti è stato visto dai partenopei come un paladino. Infatti nonostante la brutta situazione, si è fatto carico dei problemi della squadra, risollevandola. Sicuramente la sentenza del Collegio di Garanzia del Coni, che ha ribaltato il provvedimento del Giudice Sportivo, rappresenta un iniezione di ottimismo.
È quindi quello degli azzurri, un piccolo stallo, un momento di incertezza, una piccola crisi, con la speranza che il nuovo anno, con un maggior spirito di squadra, possa far sognare nuovamente l’intera città di Napoli.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.