Natale al Parco inaugurato l’8 dicembre

Al Parco San Laise (Ex Base Nato di Bagnoli), l’8 dicembre 2021 è stato inaugurato “Natale al Parco”, un evento organizzato da Fondazione Campania Welfare, con il contributo della Regione Campania

A Bagnoli, al Parco San Laise, è iniziato un mese ricco di magia e divertimenti, per grandi e piccoli. Diverse le iniziative e gli eventi programmati per “Natale al Parco“, un vero e proprio Villaggio di Natale inaugurato l’8 dicembre dalla Fondazione Campania Welfarecon il contributo della Regione Campania. Tutte le realtà presenti nel Parco San Laise hanno partecipato all’iniziativa, con un significativo contributo da parte della PSB.

L’inaugurazione di Natale al Parco

Nonostante la pioggia, Babbo Natale ha accolto tanti bambini insieme ai suoi assistenti elfi, i quali hanno anche cantato e ballato tra le stradine del Villaggio di Natale. In una vasta area al coperto i più piccoli si sono potuti cimentare nel laboratorio per la creazione di giocattoli e nel laboratorio di musica per la realizzazione di strumenti musicali. 

Diversi artigiani e ristoratori hanno esposto nelle casette natalizie, che costituiscono il perno del Villaggio. L’evento è stato allietato dalle splendide luminarie fornite da Elettrogesuele S.r.l. e 3G POWER S.r.l.s.

All’inaugurazione hanno partecipato diversi ospiti, tra i quali possiamo ricordare: Sua Eminenza, Carlo Villano, Vescovo Ausiliare di Pozzuoli, Francesco Picarone, Presidente Commissione Bilancio Regione Campania, Enza Amato, Presidente del Consiglio Comunale di Napoli, Patrizia Stasi, Presidente di Fondazione Campania Welfare, il Prof. Ing. Alfonso Santillo, Amministratore Unico PSB Srl e la Prof. Ing. Tina Santillo, Direttore Scientifico PSB Srl.

L’ingresso e diversi spettacoli, tutti gratuiti, vi aspettano, fino al 6 gennaio 2022, a Natale al Parco.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.