Nicolàs De La Cruz centrocampista del River Plate e della nazionale uruguaiana

talent-scout

Nicolàs De La Cruz, nato a Montevideo il 1° giugno 1997, è cresciuto nelle giovanili del Liverpool Fútbol Club, per poi farvi anche il suo esordio da giocatore professionista

Nel 2017 Nicolàs De La Cruz si trasferisce ai cosiddetti Millionarios del River Plate dove, dopo una stagione di apprendistato sotto l’ala protettiva del tecnico Gallardo, ha raccolto l’eredità sul campo di Gonzalo Martinez.

Nel suo club gioca spesso come mezzala sinistra e non raramente anche esterno mancino, pur essendo un destro naturale. Le sue principali doti sono l’aggressività e la tenacia tipicamente uruguaiane che, unite ad un fisico compatto ed agile, (1,67m per 66 kg), gli consentono di essere particolarmente efficace nei contrasti e nel recupero di palla.

Non si tratta certo di un centrocampista prolifico nelle realizzazioni ma è ancora giovane e ha buoni margini di miglioramento sia nel andare a rete che nel servire assist ai compagni. Anche perché non gli fa difetto una buona tecnica di base.

La caratteristica che più impressiona di questo calciatore è la capacità di accelerazioni improvvise e brucianti. Spesso questo talento ha consentito al River di passare con rapidità dalla fase difensiva al contropiede in campo aperto o comunque ad una transizione vantaggiosa con gli avversari sbilanciati.

La Bolita, come  viene soprannominato, ha preso parte con la sua nazionale anche al Mondiale under 20 del 2017 in Corea del Sud, fornendo buone prestazioni e mettendosi in mostra davanti agli osservatori provenienti da tutto il mondo. Per la cronaca quel Uruguay ottenne l’accesso alle semifinali dove fu sconfitto ai rigori dal Venezuela.

De-La-Cruz

In ottica mercato è un nome caldissimo visto che il suo contratto col River scadrà a giugno di quest’anno

Con una valutazione che si aggira intorno ai 15 milioni, De La Cruz può rappresentare una ghiotta occasione per molti club europei, su tutti il Borussia Dortmund che si è già mosso con l’obiettivo di anticipare la folta concorrenza.

In Italia potrebbe far comodo a squadre come Fiorentina, Torino o Bologna, che troverebbero in lui un calciatore in possesso di quel cambio di passo che hanno mostrato finora di non avere nelle rispettive rose.

Una valida alternativa potrebbe essere il Cagliari, sia per gli storici ottimi rapporti del procuratore Paco Casal con gli isolani, sia perché i rossoblu hanno un gran bisogno di rimpinguare il loro reparto di centrocampo.
Ed in questo senso De La Cruz colmerebbe la lacuna aggiungendo un plus di grinta e spirito combattivo.

In attesa di capire le evoluzioni del mercato, la certezza è una sola: Nicolas De La Cruz è destinato a brillare anche in Europa.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.