Nola, la Festa dei Gigli come simbolo della città

Festa dei Gigli

La storica Festa dei Gigli di Nola è da 10 anni patrimonio dell’Umanità ed è tutelata dall’Unesco. Una festa secolare, dedicata ogni anno a San Paolino, Vescovo di Nola nel V secolo

Il corteo religioso rappresenta uno dei momenti più coinvolgenti dell’antica festività della Festa dei Gigli. La Rievocazione, impegna ben 60 attori che, in abiti rigorosamente d’epoca, riportano indietro nel tempo gli spettatori presenti nella piazza principale della cittadina, Piazza Duomo.

La festa prevede nel mese di giugno una imponente processione di enormi gigli, otto grandi macchine da festa sostenute da centinaia di portatori che, tra musiche e veri momenti spettacolari, percorrono le strade di Nola per poi arrivare nella grande Piazza Duomo.

La Festa dei Gigli di Nola

Alla Festa dei Gigli, dove accorrono migliaia di persone, si sente il fervore della santità. Una festa a cui i Nolani tengono molto proprio per la devozione che offrono a San Paolino. Una festa molto sentita che rende il periodo di giugno molto particolare. In realtà, la festa viene vissuta con pathos dalla comunità 365 giorni all’anno. Nelle giornate di festa, infatti, accorrono molti visitatori con la speranza di godersi un vero e proprio spettacolo.

La campana del Giubileo 2025

Altra festa è quella in onore del prezioso simbolo della campana del Giubileo 2025 che deve a San Paolino, patrono dei campanari, la sua introduzione all’uso liturgico. Sarà portato in città dalla Pontificia Fonderia di Campane Marinelli di Agnone. Ancora uno sguardo alla spettacolarizzazione di una manifestazione decennale con “Il Santo Poeta tra Storia e Leggenda”, che dà il titolo alla rappresentazione scritta da Francesco Puccio e Gaetano Stella, che ne curerà anche la regia e nata da un’idea di Antonio Grilletto, colonnello dell’esercito italiano.

La suggestiva rievocazione storica prenderà il via al termine della processione del busto argenteo del Santo. Ancora una volta la Provincia di Napoli si rende protagonista di un evento senza eguali conosciuto anche oltreoceano. È importante creare un flusso di turisti anche in zona più decentrate rispetto all’ombelico della città partenopea, ma in questo i napoletani con le proprie iniziative riescono sempre nel proprio intento, portando con sé una marea di seguaci armati di tanta fede e di spirito sinergico.

[Immagine tratta da “The day of the sky” by Gabriel Isaak Iovino]

Print Friendly, PDF & Email
Ambasciator