Natale al Parco: l’intervista a Paolo Caiazzo

paolo caiazzo

Il noto attore e cabarettista Paolo Caiazzo, è stato ospite di “Natale al Parco”, il villaggio natalizio organizzato da Fondazione Campania Welfare all’interno del Parco San Laise (ex base Nato) di Bagnoli, con lo spettacolo “Eppure sorrido”

Paolo Caiazzo ha portato, ieri sera, il suo show al Parco San Laise di Bagnoli. L’attore e cabarettista napoletano è stato il grande ospite di “Natale al Parco”, il villaggio natalizio organizzato da Fondazione Campania Welfare con il sostegno della Regione Campania, e il significativo sforzo della PSB.

Lo spettacolo “Eppure Sorrido” ha raccolto il meglio del suo repertorio in una sorta di work-shop sulla comicità, sui meccanismi che la generano e sulle tecniche per portarla in scena.

Dopo diversi anni di Live e TV, Caiazzo a riproposto situazioni, personaggi, aneddoti e tormentoni generando una miscela esplosiva per innescare nel pubblico una risata liberatoria.

“Il titolo dello show – afferma Paolo Caiazzo -, oltre che la formula scenica, proviene da una serie americana famosa. Durante i mesi di forzata permanenza sul divano di casa, come tanti, ho ingannato il passare dei giorni con le serie tv. Ebbene in una di queste, una sera ho sentito uno dei protagonisti pronunciare una frase che mi ha colpito particolarmente. In una situazione molto complicata da gestire per il genere umano, lui ha sbandierato fiero il suo motto di vita: ‘Eppure Sorrido’.

Due semplice parole che, messe assieme, hanno aumentato la consapevolezza del comico sull’importanza di un momento spensierato di relax.

“Nei momenti difficili l’ironia ed il non prendersi troppo sul serio può aiutare ad affrontare meglio gli ostacoli di tutti i giorni e, perché no, risultare anche una valida cura per la mente ed il corpo”.

Del resto, sono ormai note le capacità terapeutiche della risata come antidolorifico naturale ed antidepressivo.

Di seguito l’intervista realizzata da Ambasciator a Paolo Caiazzo.

Ambasciator