Parigi: nasce il piano di “sobrietà energetica”

parigi

Il comune di Parigi, tra i più densi e popolosi d’Europa, chiederà lo spegnimento delle insegne pubblicitarie luminose in strada dalle 23:45 alle 6 del mattino, a partire dal primo dicembre

La grave crisi energetica che sta colpendo il mondo intero implica decisioni drastiche. Il comune di Parigi, tra i più densi e popolosi d’Europa, chiederà lo spegnimento delle insegne pubblicitarie luminose in strada dalle 23:45 alle 6 del mattino, a partire dal primo dicembre.

La decisione, che rientra nel quadro delle misure cosiddette di “sobrietà energetica” invocate dalle autorità francesi, riguarderà anche le “colonnes Morris”+, come sono note le storiche colonne verdi in forma cilindrica sui cui vengono tradizionalmente affissi gli annunci di spettacoli teatrali e cinematografici della capitale di Francia, ma anche le insegne luminose dei giornalai o quelle delle stazioni di tram, bus e metropolitana.

La decisione è adottata dalla giunta comunale di Parigi, guidata dalla sindaca socialista Anne Hidalgo. Una simile limitazione delle insegne luminose verrà poi adottata su scala nazionale, in tutta la Francia, dal primo giugno 2023.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.

Ambasciator