PARMA-NAPOLI: 0-2. Le pagelle

Un ottimo Napoli espugna il Tardini con reti di Mertens ed Insigne

PARMA-NAPOLI Buona la prima! Un Napoli convincente espugna il Tardini di Parma con le reti del solito Mertens e di capitan Insigne. Dopo un primo tempo in cui la squadra di Rino Gattuso domina in lungo e largo la partita, ma con una manovra lenta ed a tratti macchinosa, la ripresa del match vede un Napoli travolgente, grazie all’ingresso di Osimhen ed al cambio modulo: velocità di manovra, attacco della profondità, recupero palla e cattiveria agonistica hanno caratterizzato la prova degli azzurri, meritevoli di incassare i primi tre punti in campionato.

PARMA-NAPOLI le pagelle

OSPINA 6 – praticamente inoperoso durante il match. Riesce a dare sicurezza al reparto difensivo, tranne l’eccesso di sicurezza che troppe volte mette a rischio l’inviolabilità della porta;

DI LORENZO 6,5 – forza, determinazione ed intraprendenza caratterizzano la prova del terzino che riesce talvolta ad accentrarsi e ad arrivare persino alla conclusione;

MANOLAS 6 – velocità e grinta rappresentano i marchi di fabbrica del greco. Anche nel suo caso, però, la consapevolezza dei suoi mezzi tecnici sfocia in errori non degni della sua levatura;

KOULIBALY 7 – il “solito”, infinito Kalidou. Ogni altro commento è superfluo. Difficile pensare ad una difesa azzurra senza il colosso senegalese;

HYSAJ 5,5 – fa quello che può il terzino albanese, per l’ennesima volta adattato in un ruolo che può ricoprire a stento;

RUIZ 5,5 – non ci siamo, Fabian! Un calciatore del suo talento non può offrire prestazioni che non rispecchiano affatto la sua classe. Lento, abulico e prevedibile. Sveglia!;

DEMME 6 – Diego è quel calciatore “invisibile” che riesce a dare un equilibrio in una squadra evidentemente a trazione anteriore. Non la sua prova migliore, ma certamente sufficiente;

ZIELINSKI 6 – di puro incoraggiamento. Stesso discorso di Fabian: classe infinita, ma si attendo quel “veleno” tanto ricercato da Gattuso;

LOZANO 6,5 – finalmente il messicano convince. Nonostante qualche ingenuità in fase di non possesso, il “Chucky” corre, lotta ed è finalmente determinante;

MERTENS 7 – il gol di “Ciro” è l’apoteosi di classe e freddezza. Oltre alla rete, corre a tutto campo, è determinante anche in fase di non possesso, si sacrifica da leader vero. Immenso!;

INSIGNE 6,5 – prova di sacrificio e sostanza del capitano azzurro. L’eccesso di leziosità continua però a frenarne la classe infinita che, qualche volta, potrebbe dimostrarsi con giocate “essenziali”;

OSIMHEN 7 – rappresenta la chiave di volta della partita. Entra, la squadra cambia modulo e la partita, come d’incanto, muta radicalmente: velocità impressionante, tecnica ed attacco della profondità sono le sue peculiarità. Speriamo per il futuro, ma le premesse sono ottime;

POLITANO 6 – entra determinato e dimostra di poter rappresentare una importantissima alternativa;

ELMAS, LOBOTKA e PETAGNA s.v.;

GATTUSO 7 – legge perfettamente la partita ed il cambio modulo, con l’ingresso del talento nigeriano, è determinante per la vittoria al Tardini in PARMA-NAPOLI.