Il “processo della scimmia di Scopes”: l’Evoluzionismo alla sbarra

processo-evoluzionismo-scopes

Il 5 maggio 1925, negli USA, viene arrestato il professore di biologia John Scopes per aver insegnato la Teoria dell’Evoluzione darwiniana. É l’inizio del “processo della scimmia di Scopes”

Nel Tennessee, profondo Sud degli USA, il 5 maggio 1925 viene arrestato l’insegnante John Thomas Scopes, per aver insegnato l’Evoluzionismo di Charles Darwin ai suoi studenti. Una legge del Tennessee, il Butler Act, in vigore da quell’anno vietava agli insegnanti delle scuole pubbliche di negare la versione biblica dell’Origine dell’Umanità. Non tutti, però, erano concordi con questa legge e decisero di lottare per far trionfare una più corretta visione della nostra storia. 

Il Butler Act nello specifico

Nella legge (Tenn. HB 185, 1925) era prevista l’illegalità:

Per qualsiasi insegnante in una qualsiasi delle Università, Normali e tutte le altre scuole pubbliche dello Stato che siano sostenute in tutto o in parte dai fondi delle scuole pubbliche dello Stato, insegnare qualsiasi teoria che neghi la Storia della Creazione divina dell’uomo come insegna la Bibbia , e per insegnare invece che l’uomo discende da un ordine inferiore di animali”.

Per i trasgressori era prevista una multa tra 100 e 500 dollari per ogni capo di imputazione.

Inizia la lotta per la verità

Il contrasto alla legge fu immediato. L’ACLU (American Civil Liberties Union) decise di finanziare un banco di prova che dimostrasse l’incostituzionalità della legge. All’epoca, infatti, il Tennessee aveva richiesto agli insegnanti l’adozione di un libro di testo del 1914, Hunter’s Civic Biology, nel quale era incluso un capitolo riguardante l’evoluzione. La legge e il libro di testo si annullavano a vicenda. 

Era necessario trovare un docente che fosse disposto a comparire in un processo come un imputato.

All’età di 24 anni e dopo diversi tentennamenti John Scopes decise di farsi arrestare: quello che pochi sanno è che all’epoca dei fatti Scopes era docente supplente di biologia, essendo in realtà un allenatore di football americano.

Il processo della scimmia di Scopes

Il processo iniziò il 25 maggio 1925 e vide come difensore di John Scopes Clarence Seward Darrow, un avvocato progressista. 

L’accusa era gestita da William Jennings Bryan, già tre volte candidato alla Presidenza degli Stati Uniti (dal 1896 al 1908) ed ex Segretario di Stato sotto la presidenza Woodrow Wilson.

Al termine del processo, che attirò l’attenzione del mondo, Scopes fu considerato colpevole e multato di 100 dollari. Sentenza poi rivista e annullata per un vizio di forma: era stato il giudice e non la giuria a decidere la somma della multa. 

Bryan, seppur vincitore, morì alcuni giorni dopo la fine del procedimento, per lo stress accumulato in quel fatidico giudizio.  

Dopo il processo, Scopes rivelò che aveva saltato, a lezione, il capitolo sull’evoluzione.