Premier League 14° giornata: fuga Liverpool, scivolone Tottenham

La quattordicesima giornata di Premier League

Premier League fuga Liverpool. È andata in scena, in questo fine settimana, la quattordicesima giornata di Premier League (aspettando ovviamente il Monday Night). Il Liverpool inizia la fuga solitaria, col Tottenham che perde ancora terreno e soprattutto posizioni. Si fa sempre più pericoloso lo United che, con una partita in meno, vede la possibilità di ritrovarsi ad essere la prima contendente al titolo. Inizia a farsi pericolosa la posizione dell’Arsenal, sempre più nel baratro.

Premier League: il Liverpool in fuga, bene Everton e City. Oblio Arsenal

Questo sabato inizia con la dilagante vittoria del Liverpool in casa del Crystal Palace: 0-7. Non c’è mai stata storia. Il primo tempo si era già 0-3 con le reti di Minamino al 3’, Manè al 35’ e Firmino sul finire del primo tempo. I Reds calano il poker nella ripresa con le reti di Henderson al 51’, la seconda rete di Firmino al 68’ e la doppietta di Momo Salah negli ultimi dieci minuti di gara. Set e Match ai Reds che cambiano sport passando al tennis! Premier League fuga Liverpool fatta.

Il Manchester City vince per 1-0 in casa della sorpresa Southampton.
La rete decisiva è di Sterling, a cui bastano 16 minuti di gioco, su splendido assist si De Bruyne, per andare in goal. Nel secondo tempo sfiorano il goal del raddoppio con De Bruyne prima e Gundogan poi, ma nulla di fatto. Finisce così 0-1!

L’Everton vince il derby di Londra (uno dei tanti della capitale inglese) contro l’Arsenal. Succede tutto nel primo tempo: gli uomini di Ancelotti passano in vantaggio grazie all’autogoal di Holding al 22’, ma si fanno rimontare al 35’ su calcio di rigore realizzato da Pepe. Il goal vittoria è di Mina proprio allo scoccare del quarantacinquesimo minuto. L’Arsenal avrebbe la possibilità di pareggiarla con David Luiz che a porta spalancata centra il palo! Finisce 2-1, con l’Everton che vola in terza posizione.

Newcastle Fulham termina 1-1. Un pareggio che consolida la posizione di metà classifica dei padroni di casa e consentono agli ospiti di restare un pelo sopra la zona retrocessione. Fulham che era anche passato in vantaggio sul finire del primo tempo grazie all’autogoal di Ritchie. Il Newcastle agguanta il pareggio al 64’ su calcio di rigore che Wilson trasforma in goal.

Domenica di Premier: Crolla Mourinho contro il Leicester, goleada United

Si inizia con l’1-1 di bassa classifica tra Brighton e Sheffield United. Primo tempo che si evidenzia solo per l’espulsione di Lundstram centrocampista ospite. La ripresa vede lo Sheffield passare a sorpresa in vantaggio con la rete di Bogle, ma la strenua resistenza finisce al 87’ con la rete di Welbeck per l’1-1 finale.

Tottenham-Leicester è il big match di giornata con in palio ambizioni di alta classifica per entrambe le squadre. Foxes in vantaggio nel recupero del primo tempo con il solito Jamie Vardy. Nel secondo tempo ci saremmo aspettati una reazione da parte degli uomini di Mourinho, invece prima viene annullato un goal Maddison per fuori gioco; poi Alderweireld pensa bene di continuare il momento no contro le grandi della sua squadra con un bel autogoal. Finisce 0-2; Leicester secondo a – 4.

Il Manchester United travolge il Leeds all’Old Trafford. Il primo tempo è decisamente pazzesco con ben 5 goal. I Red Devils trovano due goal nei primi tre minuti di gioco con la doppietta di McTominay. Al minuto 20’ arriva il terzo goal con l’uomo in più quest’anno per lo United: B.Fernandes. Lindelof al 37’ cala il poker.
Leeds che fa vedere di essere in campo al 41’ con la rete di Cooper. Il secondo tempo è sulla falsa riga del prima: James trova il goal del 5-1 al 66’ e quattro minuti dopo fa doppietta B. Fernandes. C’è spazio anche per il goal del 6-2 di Dallas al 73’. Finisce 6-2 United che raggiunge l’Everton in terza posizione.

L’ultima gara della giornata è tra West Bromwich e Aston Villa, con gli ospiti che vincono con un perentorio 3-0. Dopo solo 5 minuti El Ghazi punisce la difesa di casa molto disattenta. Al 36 la partita va ancora più in discesa grazie all’espulsione di Livermore. Bisogna attendere il finale di secondo tempo per chiudere la partita con le reti di Traore all’84’ e nuovamente El Ghazi, stavolta su rigore al minuto 88’. Aston Villa a ridosso dell’Europa League, West Bromwich sempre più penultimo.

Attesa ora per il Monday Night!

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.