Napoli Torino 1-1

Un pareggio che non consola…

56′ Izzo (T), 92′ Insigne (N)

Stadio DIEGO ARMANDO MARADONA, sotto la gigantografia del PIBE de ORO, si gioca l’ultima partita di Serie A del 2020.
Il Napoli, reduce da due sconfitte consecutive, necessita di un risultato positivo. Gattuso ha messo i suoi uomini in ritiro da lunedì, dichiarando che non accetterà più prestazioni come quella vista a Roma contro la Lazio. Ma, comunque, deve rinunciare a diverse presenze in attacco; schiera Meret tra i pali; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic e Hysaj in difesa; Demme e Bakayoko a fare da diga e il tridente Politano-Zielinski-Insigne alle spalle di Petagna.

All’indomani della decisione del Collegio di Garanzia dello Sport che ha ribaltato la sentenza del Giudice Sportivo su Juve-Napoli, accogliendo il ricorso del club di De Laurentiis, gli azzurri hanno nuova linfa per poter risalire la china.
Il Torino, ultimo in classifica, in un momento di grande crisi, si presenta in assetto difensivo, con Singo e Rodriguez esterni di una difesa a 5 in cui figura il giovane Buongiorno. A centrocampo non c’è Meité, che parte dalla panchina. In attacco, Belotti supportato da Verdi.

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Hysaj (71′ Mario Rui); Demme (30′ Elmas), Bakayoko (71′ Fabian Ruiz); Politano (63′ Lozano), Zielinski, Insigne; Petagna (71′ Llorente). 
All. Gattuso.

TORINO (5-3-1-1): Sirigu; Singo, Izzo, Buongiorno, Bremer, Rodriguez (88′ Vojvoda); Lukic (88′ Meité), Rincon, Linetty (94′ Segre); Verdi; Belotti (88′ Zaza). 
All. Giampaolo


Ammoniti: Izzo (T), Buongiorno (T), Bakayoko (N), Linetty (T), Elmas (N), Di Lorenzo (N)

Primo tempo

Il Napoli indossa la maglia dedicata a RE DIEGO.
3′ Primo corner della partita per il Napoli, Izzo libera l’area piccola.
4′ – Dalla panchina si scalda Elmas, probabilmente per sostituire Zielinski che, però, non sembra avere problemi.
8′ – Zielinski conquista un calcio di punizione da posizione molto favorevole, Insigne calcia a giro ma colpisce la barriera.
14′Il Torino tenta una ripartenza con Verdi che sfugge a Maksimovic e prova il gol dell’ex ma trova Meret. 
15′ – Rincon atterra Zielinski: Valeri si limita a fischiare il fallo, ma non ammonisce.

16′ – Il Napoli avanza con Di Lorenzo che supera Rodriguez ed entra in area, ma viene fermato da una concitata azione difensiva.
22′Ci riprova il Toro con Belotti, ma Manolas, Demme e Hysaj  lo bloccano. 
23′ Ancora Belotti: gran destro da fuori area e palla fuori di pochissimo.
26′ Sempre Belotti, che prende palla sulla trequarti e punta l’area, la difesa del Napoli si fa trovare pronta.
28′ Demme viene colpito da una ginocchiata sul coccige. Il tedesco è visibilmente dolorante. Chiede il cambio.
29′ – Alla fine il riscaldamento di Elmas risulta utile per sostituire il tedesco.

30′ – Prima sostituzione per Gattusodentro Elmas, fuori Demme. E si riscalda anche Lobotka. 
32′ – I granata ci riprovano: calcio d’angolo di Verdi, Buongiorno vola sul primo palo e cerca Izzo sul secondo che non ci arriva per un pelo.
33′ – E’ proprio Izzo, per fallo su Bakayoko, il primo ammonito dell’incontro.
40′ – Segue il giallo a Buongiorno, per fallo su Politano.
42′ – La squadra di Giampaolo tenta un’altra giocata: tiro cross dalla destra di Singo, diretto sul secondo palo, ma la palla è di poco fuori.
43′ – Insigne zoppica a seguito di uno scontro con Lukic. Per fortuna, nulla di grave.
45′  Due minuti di recupero.

Secondo Tempo

46′  Il Napoli comincia il secondo tempo cercando di pressare alto, così come ha finito il primo, pur senza impensierire troppo il Torino.
47′ Gattuso fa scaldare Fabian Ruiz.
50′ – Insigne prova il destro dal vertice di sinistra dell’area di rigore, ma la palla va ampiamente fuori.
52′ – Zielinski calcia di controbalzo una palla invitante dentro l’area di rigore, ma il tiro è debole e altissimo.
53′ – Punizione per il Napoli, la posizione è favorevole, Insigne prova il destro dalla distanza, la traiettoria è tesa ma non molto angolata, interviene Sirigu.

56′ – Il Toro ancora in azione offensiva che termina con una conclusione di Belotti, ma il tiro è deviato in corner.
56′ Sugli sviluppi del corner, Armando Izzo calcia di sinistro facendo sbattere la palla a terra, la traiettoria spiazza Meret. Granata in vantaggio. 0-1.
61′ Cerca di rispondere il Napoli:  Zielinski, fa un bel tunnel su Lukic e prova un tiro schiacciato, ma il suo sinistro finisce al lato.
63′ – Cambio nelle file azzurre: fuori Politano, dentro Lozano.
71′ Ancora tre sostituzioni per Gattuso: dentro Hysaj per Mario Rui, Fabian Ruiz per Bakayoko e Llorente,  che non giocava una partita di Serie A dallo scorso 26 gennaio, per Petagna.

Il Napoli ha esaurito i 5 cambi.
76′ – Giallo per Linetty, per fallo su Lozano.
78′ Timidamente, il Napoli cerca il pareggio con Zielinski : il polacco, da pochi passi, impatta bene di testa, ma la palla finisce tra le braccia di Sirigu.
85′ Il Toro  ha un ottimo Belotti: sinistro pericolosissimo il suo, ma Meret si fa trovare pronto con una respinta corta e chiama in causa i suoi difensori.
87′ Ammonito Elmas per fallo su Linetty.
88′  Tripla sostituzione per Giampaolo: dentro Vojvoda, Meité e Zaza. Escono Rodriguez, Lukic e Belotti.
90′ – L’arbitro Valeri concede 6 minuti di recupero.

92′ – I ragazzi di Gattuso tentano di acciuffare il pareggio negli ultimi scampoli di una partita davvero poco entusiasmante: assist di Zielinski e Insigne, con un destro dolce e preciso, viola la porta granata. Capolavoro del capitano azzurro. 1-1.
93′ Ultima sostituzione per Giampaolo: dentro Segre, fuori Linetty.
96′ Giallo a Di Lorenzo.

Due punti persi, come hanno dichiarato Capitano Insigne e Mister Gattuso

Il gol capolavoro di Lorenzo Il Magnifico nega l’impresa ai granata, che si ritrovano ultimi in classifica e che, fino alla fine, avevano creduto di poter portare i tre punti a casa. Le assenze nel Napoli non giustificano la spenta prestazione di questa sera.
Gli azzurri non sono mai stati pericolosi ed il Toro non ha faticato a reggere il ritmo della partita.
Speriamo che la pausa natalizia porti consiglio…
Auguri di buona guarigione a Rino Gattuso.
Buon Natale a tutti.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.