Roma, Fontana dei Catecumeni utilizzata come tavola. Multa di 450 euro

Fontana dei Catecumeni multa Roma

La Polizia locale ha multato un uomo di 55 anni per aver utilizzato la Fontana dei Catecumeni come tavola per bere e mangiare

Nella notte tra sabato 3 settembre e domenica 4 settembre il Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale è intervenuta in Piazza della Madonna dei Monti (Rione Monti) dove un 55enne è stato multato di 450 euro per aver utilizzato la celebre Fontana dei Catecumeni come tavola per mangiare e bere. Un luogo con una storia importante vilipesa da una persona che, probabilmente, non aveva idea di cosa stesse facendo.

La Fontana dei Catecumeni voluta da Sisto V

Quest’opera d’arte è stata realizzata, tra il 1588 e il 1589, dallo scalpellino Battista Rusconi su progetto dallo scultore e architetto Giacomo Della Porta. La scalinata, invece, è opera di Girolamo de Rossi

La fontana è costituita da una vasca in travertino di forma ottagonale, poggiata su una base a quattro gradini e decorata con quattro stemmi, due del Papa che l’ha voluta, Sisto V e due del Comune capitolino. 

Suo scopo era quello di portare l’Acqua Felice (dal nome laico del pontefice, Felice Peretti) in modo da assicurare l’approvvigionamento idrico anche ai colli romani del Quirinale e Viminale.

Sembra che il poeta Ottorino Respighi abbia trovato ispirazione proprio davanti alla Fontana dei Catecumeni per realizzare il suo poema sinfonico ‘Le Fontane di Roma’. 

Ambasciator