J. K. Rowling: il Quidditch cambia il nome in Quadball dopo le polemiche

Quidditch

Il Quidditch non si chiamerà più così per prendere le distanze da alcuni commenti transfobici di J.K. Rowling

J. K. Rowling è famosa in tutto il mondo per aver scritto la serie di romanzi incentrata su Harry Potter. Un mondo magico reso affascinante dall’attenzione che l’autrice ha posto nella ricostruzione dei minimi dettagli. In particolare, tanti lettori hanno amato il Quidditch, lo sport ufficiale dei maghi. Una passione che ha portato alla realizzazione di squadre e campionati di quidditch, con le stesse regole presenti nei libri della Rowling, solo adattate agli umani e non ai maghi (niente scope volanti quindi). 

A causa, però, di alcune dichiarazioni dell’autrice britannica, considerate da molti come transfobiche, questo giovane sport cambierà il nome in Quadball

Il Quidditch nel mondo dei babbani

I babbani, cioè i non maghi nel mondo di Harry Potter, hanno iniziato a giocare a questo “sport magico” ufficialmente nel 2005. Quell’anno, infatti, si è disputato un campionato al Middlebury College nel Vermont (USA).

Esiste una Federazione ufficiale, l’IQA (International Quidditch Association), con sede negli Stati Uniti d’America. Uno sport giocato in circa 40 paesi (compresa l’Italia) con 600 squadre coinvolte. 

J. K. Rowling
J. K. Rowling

I commenti transfobici di J.K. Rowling 

La Rowling ha suscitato molte polemiche, negli ultimi anni, perché ha sostenuto in interviste e sui social che le donne transgender non sono “biologicamente” donne al 100%. Commenti che non sono affatto piaciuti a tante persone che si battono per i diritti LGBTQ

I vertici dello sport magico per eccellenza non vogliono che il loro amato gioco possa essere associato all’autrice alla quale devono, in pratica, tutto. 

Quadball per i diritti d’autore

In realtà, i motivi dietro al cambio di nome sono molto più complessi. Ci sono stati fino ad oggi problemi legati al copyright. I diritti sull’utilizzo del nome quidditch, come tutti quelli legati ad Hogwarts e dintorni, sono di esclusiva proprietà della Warner Bros. Discovery, la multinazionale che ha realizzato videogame, film, e il resto del merchandising legato alla Magia del Maghetto più famoso di sempre. 

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.

Ambasciator