Rubare la Cintura di Ippolita: 9° Fatica di Ercole

Cintura di Ippolita

Per superare la nona Fatica, Eracle ha dovuto rubare la Cintura di Ippolita, Regina delle Amazzoni

La più celebre tra le Amazzoni, implacabili guerriere della mitologia greca, è stata senz’altro Ippolita, figlia della prima Regina Amazzone, Otrera, e del dio della Guerra, Ares

Il padre aveva voluto omaggiare la figlia donandole il suo zoster, traducibile in italiano come cintura di guerra.

Il padre aveva voluto omaggiare la figlia donandole il suo zoster, traducibile in italiano come cintura di guerra. La Cintura di Ippolita, ricca di oro e pietre preziose, era particolarmente desiderata da Admeta, una delle figlie del sovrano di Micene, Euristeo. Il Re decise di inviare in missione suo cugino Ercole, che per espiare il peccato di aver ucciso alcuni dei suoi figli doveva compiere una serie di Fatiche. 

Eracle deve rubare la Cintura di Ippolita

Amazzone deriva dal greco Αμαζόνες, traducibile come Senza Seno, perché secondo il Mito, queste intrepide donne si toglievano, da piccole, il seno destro per poter tirare meglio con l’arco. Le Amazzoni vivevano in Scizia, la terra degli Sciti, oltre le mappe conosciute dai Greci

L’inizio della missione sembrava promettente per il più celebre tra i semidei greci. Eracle, infatti, era riuscito a convincere l’eroica Ippolita a consegnargli la Cintura. 

Purtroppo, l’invidiosa Era riuscì a sabotare il piano del figlio di Alcmena: la dea finse di essere un’Amazzone e convinse le giovani guerriere che la loro regina era in pericolo di vita a causa di Eracle. Secondo alcune versioni queste ultime attaccarono il semidio sulla sua nave, secondo altre aspettarono che il semidio giacesse con la loro sovrana prima di attaccare tutte insieme. 

La distruzione delle Amazzoni

Il risultato, però, è lo stesso in tutte le versioni: una completa vittoria di Eracle e la conseguente morte per le Amazzoni che avevano osato affrontarlo. Tra le vittime ci fu anche la povera Ippolita, colpita a morte durante lo scontro. La figlia di Ares era colpevole solamente di essersi innamorata dell’eroe greco

La Cintura di Ippolita, simbolo di coraggio e sprezzo del pericolo, finì con il diventare l’ornamento della figlia di Euristeo.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.

Ambasciator