Russia, bloccato Instagram: ecco il motivo

instagram-facebook

In Russia, come preannunciato nei giorni scorsi, è stato bloccato Instagram dalla mezzanotte del 14 marzo

Come riporta il quotidiano britannico The Guardian, una comunicazione dell’autorità di regolamentazione statale delle comunicazioni Roskomnadzor ha avvisato gli utenti di rimuovere foto e video da Instagram prima della chiusura e ha suggerito di passare a “piattaforme russe”. L’app, come constatato dai giornalisti Afp, non si aggiorna senza una connessione Vpn, cioè privata.

Il social network è apparso anche in un elenco di risorse online con “accesso limitato” pubblicato da Roskomnadzor.
La decisione di Mosca bloccare Instagram in Russia è maturata venerdì scorso dopo che Meta, la società a cui fa capo, ha dichiarato che avrebbe consentito agli utenti dei social media in Ucraina di pubblicare messaggi contro Putin e contro la guerra, allentando così alcune forme di censura. L’ufficio del procuratore generale russo ha chiesto che Meta e tutte le realtà che rappresenta vengano riconosciute come “organizzazioni estremiste”.
Questa decisione taglierà “i rapporti di 80 milioni di persone in Russia e con il resto del mondo, è sbagliata“, ha twittato nei giorni scorsi Adam Mosseri, il numero uno di Instagram. Anche Facebook e Twitter sono già bloccati in Russia