Scafati-Napoli: il derby campano di domenica. Sandri a Speak&Roll: “È sempre stimolante giocare contro squadre forti”

Sandri e Finelli presentano il derby campano di domenica che aprirà un 2021 pieno di obbiettivi da raggiungere per entrambe le squadre

Ultime ore di un 2020 che ha messo in difficoltà tutto il mondo ed i vari settori. Tra questi anche lo sport e la palla a spicchi, che ha visto interrompersi la stagione 2019-20  quando il Napoli Basket stava lottando per un posto ai playoff nella prima stagione in A2, come spiega l’ala Daniele Sandri, intervenuta ieri sera alla trasmissione Speak&Roll, condotta da Stefano Prestisimone de Il Mattino e Davide Uccella presentando il derby campano di domenica: ”L’anno scorso avevamo una squadra con difficoltà iniziali e abbiamo dovuto cambiare i piani. Abbiamo dovuto correggerci stagione in corso, ci siamo riusciti ed è stato un peccato non aver culminato il campionato con la partecipazione ai playoff e vincendo in un palazzetto pieno”. 

Le nuove sfide, a me piacciono, sono la benzina per lavorare in questo ambito

Eppure in questa stagione la società azzurra non ha lesinato investimenti costruendo una vera e propria corazzata con il chiaro obiettivo di provare la scalata alla massima serie. Gli azzurri e la sono al primo posto con 6 partite vinte e il tonfo di Ferrara, con Forlì (imbattuta) e Scafati.

È una stagione difficile, soprattutto per le insidie che porta con se causa pandemia: “Questo campionato è completamente diverso da qualsiasi altro io abbia mai fatto nella mia carriera, continua Sandri. Bisogna viverlo giorno per giorno. Il cambio da tre a quattro è stata una sfida. Ma a me piacciono le sfide, sono la benzina per lavorare in questo ambito. Sono molto grato a Napoli. La società è solida e ha voglia di fare bene”.

Il derby campano di domenica: “È sempre stimolante giocare contro squadre forti”

Campionato che sta comunque andando avanti e domenica, per la prima partita del 2021, metterá di fronte due squadre storiche del basket campano che stanno cercando di risalire nella serie dove meritano di stare. Il derby di alta quota tra Scafati e Napoli, due team dalle grandi grandi ambizioni: “Domenica avremo uno scontro diretto contro un avversario forte. È sempre stimolante avere a che fare con squadre forti a maggior ragione quando sono anche campane quindi la cosa diventa doppiamente interessante”. Su Thomas dice: “È  un giocatore di qualità che viene utilizzato molto, che mette in difficoltà tutti e che appena prende palle riesce sempre a completare un’azione“.

Scafati, la capolista tra mille difficoltà 

Abbiamo detto di Scafati, capolista 12 punti, con la vittoria della Supercoppa del Centenario messa in cassaforte. Una squadra capace di sopperire ai numerosi infortuni di questo inizio di stagione, come quello di Culpepper, sostituito da Jackson. Le differenze tra i due americani le ha spiegate Alex Finelli, coach dello Scafati Basket alla medesima trasmissione: “Sono giocatori che hanno caratteristiche diverse. Culpepper è un giocatore di energia e penetrazione, Jackson è un tiratore. Un giocatore che ha la capacità di stare dentro un sistema di gioco. Su Jackson continua: Potrebbe restare.  Con lui abbiamo sempre vinto. È stato fermo dopo mesi e non è mai facile riprendere la preparazione. Ha bisogno di tempo per trovare la migliore condizione”.

Notizia dell’ultima ora è l’arrivo di Nemanja Dincic, che farà l’esordio in gialloblu nel derby contro la sua ex squadra, dato l’infortunio a Valerio Cucci: “Tra non molto si aggregherà al gruppo, continua l’head coach, Dincic è  arrivato per completare il reparto lunghi. Domani farà il suo primo allenamento. Non è venuto come sostituto, ma come completamento del nostro roster con quattro lunghi come tutte le squadre che puntano al vertice. Di questo completamento ringrazio la società che è stata tempestiva e generosa Per permetterci di giocare al meglio. Ora abbiamo 10 giocatori che ci permettono di allenarci bene”.

Mi spiace per i tifosi che non potranno esserci

L’allenatore scafatese ha anche detto la sua sul derby di domenica: “Con Napoli sarà l’antipasto dei play-off: una gara  dai contenuti importanti perché entrambe le squadre hanno difese organizzate. C’è atletismo da entrambe le parti. Mi spiace per i tifosi che non potranno esserci. Vogliamo regalare loro una bella prestazione. Non vediamo l’ora di giocare. Sappiamo di essere dei privilegiati a poter continuare a fare il nostro lavoro. In particolar modo sappiamo di far parte di società ambiziose. Però ci manca il palazzetto pieno, i nostri tifosi, giocare un derby con entusiasmo”.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.