Sanremo: la serata delle cover

sanremo-terza-serata

La terza serata di Sanremo 2021

Sanremo terza serata: iniziata alle 20:54 e terminata alle 02:05, la terza serata del Festival della canzone italiana è stata la più lunga fino ad ora. Nota anche come “la serata cover”, è il punto d’incontro tra gli artisti e il pubblico che, a differenza delle prime due serate, può divertirsi a cantare insieme ai big i più famosi successi della musica italiana. A rendere ancora più accattivante e coinvolgente il Festival di Sanremo sono i duetti, e mai quanto quest’anno gli ospiti sono stati inaspettati e sorprendenti.

La serata si è aperta con una splendida esibizione, omaggio a Lucio Dalla, dei Negramaro, emozionanti ed immensi come sempre. Al suo fianco il conduttore Amadeus, oltre ai soliti Fiorello e Zlatan Ibrahimovic, ha voluto la top model Vittoria Ceretti, giovanissimo orgoglio italiano.

Il bello della diretta

Come ogni diretta che si rispetti i problemi tecnici non sono mancati.
I primi a risentirne sono stati Noemi e Neffa, le cui voci sembravano fuori tempo a causa di un problema con gli auricolari. Poco dopo è stato il turno di Fasma, che ha dovuto interrompere e ricominciare il suo duetto con Nesli, poiché il microfono non funzionava.

Le esibizioni di Sanremo terza serata: tra gioia, emozioni e stupore

Tra gli artisti che hanno movimentato la serata, sicuramente troviamo gli Extraliscio con Davide Toffolo, i quali hanno creato un’atmosfera da balere fatta di ballate e felicità. Anche Fedez e Francesca Michielin con il loro medley hanno portato spensieratezza ed ironia sul palco dell’Ariston.
Al termine dell’esibizione, la cantante ha stupito tutti porgendo il suo mazzo di fiori al compagno di gara Federico, un gesto apprezzato e riconosciuto da tutti. Tra i più energici ci sono i Maneskin, accompagnati dal loro “papà” Manuel Agnelli, e anche La rappresentante di lista accompagnata dall’iconica Donatella Rettore.

Tra le esibizioni più toccanti invece abbiamo Arisa e Michele Bravi, che hanno omaggiato il grande Pino Daniele cantando la sua eternamente emozionante “Quando”. Poi lo Stato Sociale, accompagnato da Emanuela Fanelli, Francesco Pannofino e alcuni lavoratori dello spettacolo che al termine della canzone “Non è per sempre” hanno commosso tutti lanciando un messaggio di speranza emblematico in un momento di crisi come questo.

Tra i duetti più inaspettati sicuramente vanno ricordati Fulminacci e il comico e conduttore Valerio Lundini, Gaia e la cantante Lous and the Yakuza con una romanticissima interpretazione di “Mi sono innamorato di te”, Francesco Renga e la piccola neo vincitrice di Xfactor Casadilego, Madame che si è vestita da professoressa e con un gruppo di ballerini ha omaggiato Celentano.

Sanremo con Achille Lauro

Ad incorniciare il Festival della canzone italiana di quest’anno, c’è Achille Lauro. Insieme ad Emma Marrone ha portato “Penelope” e un quadro in cui si definisce “il pop presente e passato; condannato a una lettura disattenta” e conclude con “Dio benedica gli incompresi”. Achille è come sempre sorprendente e, che piaccia o meno, fa parlare di se.

La top 10

A differenza delle prime due serate in cui ha votato il pubblico, nella terza serata i “giudici” sono stati i membri dell’orchestra. A fine serata Amadeus, Fiorello e Vittoria hanno mostrato la classifica generale: nella top 10 troviamo in ordine decrescente i Maneskin, Orietta Berti, gli Extraliscio con Davide Toffolo, Malika Ayane, lo Stato Sociale, Irama, Arisa, Willie Peyote, Annalisa ed Ermal Meta.

Non è ancora detta l’ultima. Mancano due serate al termine del Festival di Sanremo e siamo tutti curiosi di vedere come proseguirà la gara; sperando che ci riservi ancora tante sorprese.

PhotoCredits: @sanremorai

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.