Serie B, vince solo Sant’Antimo. Cadono Salerno, Pozzuoli e Avellino

Sant’Antimo batte Monopoli. Salerno cade sulla sirena con Ruvo tra le polemiche. Male Pozzuoli e Avellino

Archiviata anche la terza giornata del Girone D del Campionato di Serie B. Solo una vittoria per le squadre campane, con la PSA Sant’Antimo che ha battuto Monopoli 87-81

La Virtus Arechi Salerno, dopo la bella vittoria in settimana con Bisceglie, cade allo scadere in casa contro Ruvo (79-82; Tortù 26, Rezzano 19;  Cantagalli 26, Markovic 21, Ciribeni 18), complici delle scelte arbitrali che tanto hanno fatto discutere in casa blaugrana.

Niente da fare per Avellino: dopo il successo a Reggio Calabria, è arrivata la sconfitta al PalaDelMauro contro la già citata Molfetta (69-80). Secondo ko consecutivo per Pozzuoli che deve arrendersi alla forza di Nardó (52-65; Gueye 9).

Il match

Ottimo successo della PSA Sant’Antimo che rialza la testa, ottenendo un importantissimo successo contro Monopoli. Avvio equilibrato, gli ospiti si portano avanti (8-12 al 7’). La PSA prova la rimonta con il duo Cantone-Vangelov e con le triple di Carnovali e Sperduto e si porta avanti al 10’ (15-14).

Equilibrio che contraddistingue anche il secondo quarto, i locali provano a spezzarlo (27-21 al 16’). Al 18’ è 30-30, con una Monopoli che sembra più in palla e chiude il primo tempo avanti 34-38. Sant’Antimo prova a reagire (42-43 al 23’), ma arriva puntuale la risposta ospite con Torresi che porta i suoi avanti (44-52).

Sant’Antimo prova a risalire e impatta a quota 59 ad una manciata di secondi dal terzo break. Secondi che bastano a Monopoli per trovare un canestro e fallo con Paparella sul ribaltamento, cui si aggiunge un libero per tecnico sanzionato a coach Origlio. 4-0 ospite, e PSA  nuovamente costretta ad inseguire in apertura di ultimo periodo.

È ancora Milosevic (22 punti) a firmare i canestri dell’ennesima rimonta campana, è sempre lui al 34’ a piazzare la tripla dall’angolo che vale il 69-67, per un vantaggio interno che mancava dal 17’ minuto.

Per 3 minuti non segna più nessuno, poi Carnovali sblocca il tabellone con un tiro libero segnato (tecnico a Stanzani) e sull’azione successiva è ancora Milo a segnare in penetrazione il 72-67.

E’ il momento della verità, Sergio trova punti preziosi, Rollo e Torresi rispondono e tengono viva Monopoli (76-72 a 1’27) quindi il fallo sistematico trasforma l’ultimo minuto in una corrida: quelli decisivi li mette Filiberto Dri, finisce 87-81.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.