Tra rigori, ingenuità e disastri… SASSUOLO – NAPOLI 3-3

La gara del Mapei tra Sassuolo e Napoli apre il mercoledì di Serie A

Il Napoli ha sempre trovato il gol in tutte le sette gare di Serie A giocate al Mapei Stadium contro il Sassuolo ed ha collezionato 3 successi, 3 pareggi, 1 sconfitta.

De Zerbi opta per  Lopez al fianco di Locatelli. Sulla trequarti Defrel preferito a Traoré nel tridente, completato da Berardi Djuricic, alle spalle di Caputo.
Gattuso conferma Mertens come prima punta, supportato alle spalle dal tridente Politano-Zielinski-Insigne. Tra i pali c’è Meret, davanti a lui ancora la coppia Rrahmani-Maksimovic, mentre a sinistra tocca a Hysaj. 

SASSUOLO (4-2-3-1) Consigli; Muldur (73′ Toljan), Marlon, Ferrari G., Rogerio; Maxime Lopez (85′ Obiang), Locatelli; Berardi (85′ Oddei), Defrel (79′ Traoré), Djuricic (85′ Haraslin); Caputo. 
All. De Zerbi.

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Maksimovic (86′ Manolas), Hysaj (73′ Ghoulam); Fabian Ruiz, Demme (73′ Bakayoko); Politano, Zielinski (85′ Lobotka), Insigne; Mertens (67′ Elmas).
All. Gattuso.

Ammoniti: Djuricic (S), Demme (N), Ghoulam (N), Marlon (S)

Primo Tempo

3′ – Avvio subito aggressivo del Sassuolo.
6′ – Il Napoli prova ad alzare la linea, ma gli spazi sono davvero ristretti.
9′ – Ancora Sassuolo: buono spunto di Berardi che va via sulla destra e serve un rasoterra in mezzo, ma la difesa partenopea lo respinge.
Dall’altra parte gli azzurri rispondono su calcio d’angolo, ma la retroguardia neroverde allontana.
10′ – Ci prova di nuovo il Sassuolo: primo spunto di Caputo che si crea lo spazio in area e calcia di punta, ma il tiro viene deviato in angolo.
13′ – I padroni di casa insistono nella metà campo avversaria, il Napoli si difende coprendo tutti i corridoi.
Al 13’ sul maxischermo appare il volto di Davide Astori. E’ l’omaggio della Serie A per ricordare il calciatore scomparso tre anni fa.

15′ – Ancora pericoloso il Sassuolo: traccia in profondità per Berardi che prova a incrociare col destro e trova i piedi di Meret che la manda in angolo.
16′ – Sugli sviluppi del corner, Locatelli cerca il colpo di testa in torsione, ma non inquadra lo specchio.
18′ – Il Napoli tenta di arrivare sulla trequarti avversaria, ma troppi passaggi sbagliato sulla linea del centrocampo, impediscono l’affondo.
21′ – Gli azzurri riescono ad andare in avanti: Zielinski scarica a sinistra per Insigne, che fa il classico movimento a rientrare sulla destra e tira in porta, ma interviene Ferrari e devia in angolo.
24′ – Pericolosissimo il Napoli: Insigne trova un super gol con il suo destro a giro, ma dopo più di due minuti di consultazione al Var, la rete è annullata per la posizione di fuorigioco. ANNULLATO GOL A INSIGNE. 

25′ – Napoli in crescendo: Politano calcia dalla distanza col mancino ma la palla finisce  alta.
28′ – Di nuovo Napoli e di nuovo Politano: questa volta sul centro-sinistra all’interno dell’area di rigore scambia con Insigne, poi destro debole e facile intervento di Consigli.
30′ – Giallo a Djuricic per un brutto fallo su Di Lorenzo.
34′ – Sassuolo su punizione tagliata di Berardi dalla destra, sul suo mancino interviene di testa Maksimovic che manda la palla alle spalle di Meret.
L’AUTORETE SBLOCCA IL RISULTATO: SASSUOLO-NAPOLI 1-0.
38′ – Il Napoli non ci sta: Zielinski riceve un passaggio in orizzontale di Demme e col mancino a giro, dal limite, trova l’angolo e batte Consigli. RETE DI ZIELINSKI! 1-1.
41′ – Le due reti hanno alzato molto il ritmo della partita a vantaggio dello spettacolo che si fa entusiasmante.

44′ – I padroni di casa sono alla ricerca del nuovo vantaggio:
bella triangolazione tra Rogerio e Djuricic, con il primo che appoggia in mezzo per Caputo sul quale interviene da dietro Hysaj, commettendo fallo. RIGORE PER IL SASSUOLO.
45+1′ – Calcio di rigore trasformato da Berardi. 2-1.
FINISCE COSI’ IL PRIMO TEMPO: SASSUOLO-NAPOLI 2-1.

Secondo Tempo

46′ – Le squadre rientrano in campo senza cambi.
48′ – Atteggiamento più misurato da parte del Sassuolo ad inizio ripresa.
59′ – Accelerata improvvisa degli uomini di De Zerbi: due passaggi in verticale che premiano Defrel, che controlla col mancino e calcia dal limite, costringendo Meret alla parata in due tempi.
55′ – Il Napoli ha un’occasionissima su calcio da fermo, ma la punizione di Insigne dalla sinistra trova due compagni in fuorigioco: nulla di fatto.
57′ – Gli azzurri ci riprovano: cross di Mertens per il colpo di testa Maksimovic ben piazzato a centro area, ma il suo tentativo in torsione termina di poco oltre la traversa. 
60′ – Il Sassuolo torna a far pressing ed il Napoli non si lascia sorprendere.

61′ – Su un affondo di Caputo, Meret è costretto in uscita bassa, ma sulla palla ribattuta va prontamente Djuricic che calcia e trova l’opposizione del portiere azzurro.
62′ – Nuova risposta partenopea con capitano Insigne che ci prova quasi da centrocampo, ma Consigli è prontissimo.
64′ – Ancora Napoli con nuovo tentativo di Maksimovic su cross da corner: il suo colpo di testa in diagonale termina alto.
67′ – Primo cambio per Gattuso: entra Elmas edesce Mertens.
68′ – Neroverdi avanti con Berardi protagonista che scarica un sinistro violento e prende in pieno la traversa.
69′ – Ammonito Demme.

70′ – Grintoso il Sassuolo, con Caputo che riceve in area, si sposta la palla sul destro e calcia sul primo palo, ma centra il legno.
72′ – Mentre gli emiliani si disperano per il gol mancato, il Napoli avanza con una splendida accelerazione di Insigne che crossa in mezzo per Di Lorenzo il quale, da distanza ravvicinata, la mette in rete. Arriva il pari del Napoli! PAREGGIA DI LORENZO! 2-2.
73′ – Cambi per entrambe le squadre. Nel Sassuolo entra Toljan per Mulder. Nel Napoli spazio a Ghoulam e Bakayoko al posto di Hysaj e Demme.
75′ – Pericolo per il Sassuolo: Ferrari regala la palla a Fabian Ruiz che subito prova col mancino, ma trova Consigli a respingere.
77′ – Cartellino giallo per Ghoulam.

79′ – Altra sostituzione per De Zerbi: fuori Defrel e dentro Traoré.
79′ – Ammonito Marlon.
82′ – Il Sassuolo  torna farsi avanti con un bel guizzo di Djuricic, ma Maksimovic è pronto ed allontana. 
85′ – Ultimi cambi dei due allenatori: per i neroverdi entrano HaraslinOddei Obiang al posto rispettivamente di Djuricic, Berardi e Lopez. Per gli azzurri entrano Manolas Lobotka al posto di Maksimovic e Zielinski
89′ – Ultime battute e strepitosa giocata di Di Lorenzo che rientra sul mancino e viene messo giù in area da Haraslin. CALCIO DI RIGORE PER IL NAPOLI!
90′ – Sul dischetto Lorenzo Insigne. Il capitano, sicuro, col destro batte Consigli. GOL DI INSIGNE! 2-3.

90′ – Tre minuti di recupero.
93′ – I padroni di casa tentano il tutto per tutto: Haraslin scappa via a Manolas che lo stende in area. Grande ingenuità del difensore napoletano che si rende conto del grave errore e si dispera.
CALCIO DI RIGORE PER IL SASSUOLO.
95’ – Caputo batte il penalty. Trasformazione perfetta del centravanti. 3-3.
FINISCE QUI: SASSUOLO-NAPOLI 3-3

Partita emozionante e ricca di colpi di scena. Il Napoli è a quota 44 punti in classifica, ma pesano i due punti persi al Mapei. Gattuso e squadra sono ancora in silenzio stampa per volere della società, ma sono abbastanza eloquenti le immagini viste a fine partita: il mister, una furia, senza quasi più voce nel finale e il capitano a dar calci ad una bottiglietta prima, ad un cartellone pubblicitario poi. Come biasimarli?

D’altro canto, la rimonta subita dal Napoli è stata davvero incredibile: tutto è nato da una rimessa laterale battuta con leggerezza, dalla assoluta mancanza di furbizia di Di Lorenzo e dalla poca lucidità di Bakayoko nel gestire la manciata di secondi che mancavano alla fine dell’incontro, per concludere con l’ingenuità della scivolata di Manolas su Haraslin che ha generato il calcio di rigore, trasformato con successo da un tenace Caputo.

Ci sarebbe anche da rivedere un fallo da rigore su Politano, ma questa è un’altra storia…

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.